Come fare una crema corpo con quello che hai in casa

 

Da quasi due anni cerco di non usare le creme idratanti per il viso. In realtà ne avrei un bisogno terribile, ma non le sopporto. Ogni volta che cerco di idratarmi il viso ecco che  i miei occhi cominciano a bruciare e non smettono fino a quando non vado a lavarmi la faccia.

Eppure l’acqua calcarea del nord abbinata alle frequenti abluzioni mi sta seccando esageratamente l’epidermide, nonostante la frequente applicazione di olii e olietti di vario tipo, dall’avocado, al karitè, al sapote. L’abbiamo detto più volte: gli olii, da soli, non riescono ad idratare e se non si mettono sulla pelle bagnata rischiano addirittura di peggiorare la situazione.
Il problema è che, anche cambiando marca, cambiando prodotto e cambiando INCI il problema non si risolve e non riesco ad identificare quale sia la sostanza che mi dà fastidio. Allora che fare?
Farsi una crema in casa: ecco la soluzione!

Una crema base, una crema che non contiene praticamente niente: ecco l’ideona.

Mi è venuta guardando questo video in cui l’intraprendente Carlita sperimenta in diretta una ricettina niente male.
Per studiare meglio come avviare l’esperimento ho poi consultato il forum di Lola in cui Carlita ha aperto un post che parla proprio di questa mistura improvvisata.

Quella di Carlita è una crema per le mani, ma siccome io devo metterla in faccia, cambio un po’ gli ingredienti in modo da avere un effetto non solo idratante ma anche nutriente e una consistenza maggiore.

…L’inghippo sta qui: nonostante l’entusiasmo iniziale il risultato conclusivo non è stato dei migliori e invito chiunque abbia intenzione di procedere a spiaccicarsi questa cosa sul viso a leggersi bene il commento qui sotto ;).

La strumentazione necessaria è costituita da:

bilancia,
frullatore,
termometro per alimenti

Gli ingredienti sono i seguenti:

  • acqua a 100
  • burro di karitè 20 g
  • lecitina di soia 3 cucchiaini (30 g)
  • una decina di gocce di OE di lavanda

Acqua a 100 significa che le quantità sono calibrate per100 grammi di prodotto totale.

 

In realtà io ne ho fatta una dose doppia per duecento grammi.
Ed ecco gli ingredienti: in un bicchiere il burro di karité e nell’altro lecitina di soia e acqua. Si riscaldano a bagnomaria dentro un pentolino e, quando si raggiunge una temperatura di 40° circa si preleva la lecitina con acqua per una prima frullata.

Dopo aver frullato per un po’ e raggiunto una consistenza del tipo in figura, si rimette la miscela sul fuoco a fianco al bicchiere in cui abbiamo messo il karité. Questa volta è preferibile raggiungere una temperatura di circa 60°, stando attentissimi a non superare i 70°.

A questo punto si preleva la miscela e versando a piccolissime quantità ripetute il burro di karité ormai divenuto della consistenza di un olio si frulla, fino ad assorbire tutto l’olio vegetale ed avere una consistenza di “vera crema”. Alla fine si aggiungono le gocce di olio essenziale desiderato.

Rispetto alla ricetta di Carlita il rapporto di densità tra lecitina e acqua e l’utilizzo del burro di karité al posto dell’olio di mandorle conferisce al preparato una consistenza molto più densa, che a me dà l’idea proprio di una vera crema per il viso confezionata. In compenso questo preparato mi idrata la pelle senza farmi bruciare gli occhi…

Il ché non è poco. E alla mia veneranda età posso finalmente permettermi di curare la pelle e le rughe, senza diventare cieca!!

Come si vede nella foto laterale che è stata scattata dopo un giorno in frigo, la consistenza del prodotto è bella densa. Inoltre il profumino delicato di lavanda riesce (ehm… quasi!) a coprire l’odorino di leticina, che magari può risultare non troppo gradevole.

Cos’altro dirvi?
Provate, provate, provate!!
E’ bellissimo :).

Magari però fatela per le mani e non per il viso : )

Se avete altre ricette simili, o modificate leggermente questa base, mi raccomando di segnalarlo qui nei commenti.

Se poi siete spignattine esperte ( o più o meno esperte, insomma sicuramente più di me!) e volete lasciare appunti, consigli e espedienti utili, siete invitatissime a farlo sia nei commenti che in privato.

Grazie!


Se il post ti è piaciuto condividi!!

37 pensieri riguardo “Come fare una crema corpo con quello che hai in casa

  • 4 maggio 2011 in 11:06
    Permalink

    Mashaa Allah, wow!! No, però…ahahahahahaha!! L'idea di vederti accecata dalla crema idratante m'ha fatto proprio ridere!! E' una ricetta molto semplice, con ingredienti facilmente reperibili…jazaki Allahu khairan!! Un giorno la proverò anche io insha Allah…è che sono pigra, ho trovato nel burro di karitè il mio alleato migliore.

    Risposta
  • 5 maggio 2011 in 9:21
    Permalink

    Ehm…
    In realtà l'utilizzo della crema è stato una vera catastrofe o_o…

    )))

    ..niente di grave, sia chiaro. Solo che dopo una settimana avevo la faccia piena di brufoli, anche se, vista l'età, non avevo problemi di questo tipo da una vita ;).

    Insomma, la leticina sembra essere troppo forte per la mia pelle e mi ottura il pori. Probabilmente la cosa dipende anche dalla quantità.

    Non demordo e insha Allah vorrei provare una nuova sperimentazione abbassando la quantità di lecitina, prima di andare ad acquistare prodotti base più seri.

    Se qualcuna conosce un emulsionante iperdelicato su AZ me lo faccia presente… Così non faccio acquisti sbagliati, ok?

    Grazie, jzk!

    <3

    Risposta
  • 24 maggio 2011 in 9:54
    Permalink

    Rifatta domenica scorsa.

    Questa è la ricetta del secondo tentativo:

    acqua a 100
    lecitina 2 cucchiaini (20)

    olio di sapote 10
    olio di jojoba 6
    burro di karitè 4

    Ho diminuito la lecitina, per evitare che l'emulsione mi ostruisca troppo i pori ed ho pensato che inserire olii più leggeri mi avrebbe dato una crema meno grassa, così ho provato un'improvvisatissima "cascata di grassi"…
    Ehm…
    Dite che è ridicolo chiamarla così?

    Per sapere cos'è una "cascata di grassi" lascio un link utilissimo:

    http://www.lespignattine.it/2011/02/gli-olii-leggeri-pesanti-sintetici-naturali/

    Risposta
  • 24 maggio 2011 in 13:15
    Permalink

    Mashaa Allah, bravissima ukhti! Sperimentando e andando per tentativi, insha Allah si arriva al risultato desiderato. Jazaki Allahu khairan, corro a leggere il link…

    ps: facci sapere com'è andata stavolta

    Risposta
  • 25 giugno 2011 in 20:39
    Permalink

    Avevo dimenticato di aggiornare il post con le novità relative agli esperimenti in corso.
    Il secondo esperimento è andato benissimo: ne ho dedotto che il burro di karitè, da solo, rende l'emulsione troppo grassa e troppa lecitina causa un effetto otturante. Ma una volta formulata una cascata di grassi e bilanciata la lecitina, non ho più avuto problemi.
    Nel caso in cui non si usino conservanti si raccomanda di tenere la crema in frigo, specie d'estate. La durata fuori dal frigo è di circa una settimana con temperatura 20°.
    Nel frigo questa crema resiste anche più di un mese.
    Si raccomanda di aggiungere sempre almeno una decina di gocce di OE che aiutano anche la conservazione.
    Non contenendo attivi questa crema è ideale per il corpo, più che per il viso… non avendo altro, per il momento io continuo comunque ad usarla per il viso, aiutandomi di tanto in tanto a combattere la secchezza con una maschera al miele.
    Appena arrivano i vari pacchi insha Allah inizieremo a fare sul serio… ehm… non posso mica buttare tutto, eh!

    Partendo da questa ricetta base è possibile arricchire la formula con fantasiose varianti…
    insha Allah presto ne vedremo qualcuna.
    ***smile***

    Risposta
  • 20 settembre 2011 in 14:26
    Permalink

    Non so se la prima crema l'hai gettata via o se l'hai riciclata in qualche modo, ma pensavo: e se ci aggiungessi del gel d'aloe? Io ho un sacco di creme (non eco, non bio ma da consumare!) grasse, e le sto smaltendo man mano con appunto il gel d'aloe aggiunto al momento. Per es., ho una crema per il seno che mi faceva spuntare delle bollicine sul decolleté, ma aggiungendo l'aloe la crema diventa leggera, si assorbe bene e non mi dà più problemi.

    ila

    Risposta
  • 21 settembre 2011 in 8:12
    Permalink

    La crema alla lecitina ha una caratteristica particolare: si deve consumare subitissimo anche se metti il conservante!
    La prima crema continuai a utilizzarla sul corpo, ma ancora per poco perchè poi iniziò a dare segni di deperimento.
    Nel secondo esperimento feci molta attenzione a tenerla sempre in frigo, ma la usai sia sul corpo che sul viso e sul viso comunque ne usavo pochissima.
    Poi mi è arrivato il conservante e credevo di essere al riparo dalle muffe, e invece ho visto che comunque la crema alla lecitina non regge.
    Non è il conservante, perchè con altri spignatti è andata benissimo, è proprio la lecitina che è così, infatti poi ho avuto conferma anche da altre ragazze.
    Bisogna farne poca alla volta e va comunque conservata in frigo anche se metti il conservante.
    L'ultima volta che ho fatto questa crema non avevo ancora l'aloe, però ho gelificato con glicerina e xantana, aggiunto una maggiore percentuali di olii e il risultato è stato un po' meglio, ma va ancora migliorato. L'ultima era una crema solo per il corpo, adesso per il viso sto usando solo gel di acido ialuronico come base con sopra – a volte, non sempre – sapote o altri olii.

    Beh, vabbè… ho fatto un papiro, ma gli esperimenti con la lecitina mi prendono troppo!!!

    Appena mi arriva l'emulsionante Lamecreme di Dragonspice provo una crema viso seria con attivi e gel d'aloe <3!!!

    Grazie dell'ottimo suggerimento!

    Risposta
  • 1 gennaio 2012 in 17:24
    Permalink

    Ciao Khadi, grazie per questo utilissimo post!
    Oggi ho fatto la crema nella versione base con olio (nel mio caso di riso), lecitina granulare ed acqua… è venuta uno spettacolo!!!
    E mi piace l'odore così naturale 🙂

    Ma non ho capito, va conservata in frigo per via dell'acqua? Io ce l'ho messa solo ora ma prima l'ho tenuta fuori 🙁

    Voglio provare a farne una versione al cacao e una con le scorze di limone…
    Ti aggiornerò!
    😉

    Risposta
  • 3 gennaio 2012 in 13:54
    Permalink

    Bellissima!! L'ho vista sul tuo blog: ti è venuta benissimo <3..
    Sì va tenuta assolutamente in frigo e magari, se non hai il conservante, bisogna aggiungere anche un bel po' di gocce di oli essenziali a piacere per conservarla un po'. Meglio quello di benzoino ch eprima o poi spero di procurarmi, per il momento non ce l'ho : (.

    Figurati che a volte si rovina anche se aggiungi il conservante, quando fa troppo caldo.

    Risposta
  • 3 gennaio 2012 in 21:45
    Permalink

    Rieccomi!
    Sì sì, ho visto, grazie mille per le info sulla conservazione ma per ora quel poco che mi resta lo conservo in frigo: infatti sono due giorni che "casualmente mi ritrovo con una pelle che necessità di extra idratazione", ma guarda un po' il caso 😀 (in realtà come sai, da quando uso lo scrubbino a base di farina di riso, olio di riso e cocco nemmeno avrei bisogno di mettermi la crema).
    Per ora la tengo in frigo ma è già quasi finita … Infatti mi è venuta così bene che già l'ho fatta assaggiare ad una mia amica e domani la porto ad un'altra 🙂 Davvero è una super crema e se proprio devo dirtela tutta a me questa sembra un'autentica magia, l'avere dato vita ad una cremina per mani e corpo sui fornelli di casa, con solo 2 ingredienti (più l' acqua), per me è davvero incredibile!!
    Tks a lot 😉

    Risposta
  • 4 gennaio 2012 in 12:22
    Permalink

    "per me è davvero incredibile!!"
    … anche per me, e lo trovo bellissimo!!!

    Risposta
  • 11 gennaio 2012 in 21:10
    Permalink

    Rieccomi 2!
    L'ho rifatta perché mi è subito finita dopo pochi giorni (è strepitosa per mani, unghie e corpo!!) così questa volta ho aggiunto qualche goccia di un olio da massaggio arnica e canfora per profumare… infatti è successo che pur tenendola in frigo, verso il terzo giorno una volta spalmata sul corpo lasciava un odore terrificante (puzzava di brutto!!) che per fortuna dopo pochi minuti svaniva… è successo anche a te? Ma la potrei usare anche per il viso in questa versione basica, ed eventualmente anche come contorno occhi, magari potenziandola con un olio appropriato? Grazie 🙂

    Risposta
  • 12 gennaio 2012 in 13:38
    Permalink

    Emma, come conservante come minimo devi mettere un bel po' di gocce di oli essenziali se non usi altro. Se fai una crema per il corpo puoi stare anche sulle 50 gocce per i 100 ml, ovviamente se la tua pelle sopporta gli essenziali. Per il viso ti devi mantenere a meno.
    Per il viso stai anche attenta anche a non mettere troppo lecitina, due cucchiaini al massimo ; )

    Risposta
  • 18 gennaio 2012 in 11:23
    Permalink

    Grazie Khadi, per il viso non l'ho provata perché temo possa ungere dato che da quello che ho capito non nasce come crema formulata appositamente per il ph del viso, o sbaglio? Ad ogni modo mi annoto la tua info sui quantitativi di olii anche se temo sempre possano non piacere alla mia pelle (non so, ho riscontrato vari pruriti anche utilizzando creme nutrienti eco-bio come Fitocose e solo con i miei detergenti fatti in casa con olii e farine come unici ingredienti non mi accade…).
    Se ci sono sviluppi ti aggiorno
    😉

    Risposta
  • 21 febbraio 2012 in 8:20
    Permalink

    ciao ragazze!
    allora vi dico cosa ho fatto io per dare un pò di profumo alle mie creme. Nella preparazione invece di usare l'acqua pura utilizzo l'acqua del decotto che ho preventivamente preparato. In una prima versione avevo fatto un decotto di vaniglia, nella seconda ho fatto un decotto di vaniglia, carota e centella asiatica. devo dire che il profumo è ottimo in tutti e due i casi. non so dirvi però se le creme fatte con questo sistema deperiscono prima perchè nel primo caso ho anche usato l'amido di riso e la lecitina(che deperisce facilmente) e, nonostante il conservante, dopo una ventina di giorni (fuori dal frigo) è andata a male. Nel secondo caso la sto ancora usando ma sono passati solo 10 giorni.
    vi farò sapere… Serena

    Risposta
  • 21 febbraio 2012 in 10:18
    Permalink

    Ottima soluzione!! Il breve tempo di conservazione dipende secondo me dall'amido di riso e dalla lecitina, succede anche a me quando uso la lecitina soprattutto se l'ambiente è abbastanza caldo. In questi casi conviene tenere una piccola porzione di crema da utilizzare tutti i giorni in bagno e il restante in frigo anche se ha il conservante in mmodo che si conservi per più tempo ; ). Grazie!! Tienici informate!!!

    Risposta
  • 29 febbraio 2012 in 22:48
    Permalink

    Che ne pensate di un mix di olio di cocco, olio d'oliva e olio di mandorla da mixare con 2 cucchiaini di lecitina di soia e decotto di thè menta?
    Il mio scopo sarebbe di fare una crema per il viso per la mia pelle che è mista (da conservare in frigo naturalmente).
    Baci!

    Risposta
  • 2 giugno 2012 in 18:14
    Permalink

    Ancora io ,mi piace leggerti!Ma perchè metti la crema sugli occhi???? Sono delicati per tutti e qualsiasi crema te li irriterebbe a meno che non sia specifica, cioè leggerissima.Ora io non me ne intendo di ricette bio ma sto attenta a cosa compro e ora sto usando una crema per le mani all'olio di argan che è fantastica.Per l'uso di colori, colle e ammoniaca, ho le mani screpolate e dolenti e questa crema è l'olio nel lume, l'acqua sul fuoco! Ora ti scrivo questo link così forse puoi avere qualche idea in più :http://www.bellisubito.com/rimedi-naturali-e-fai-da-te/lolio-di-argan-e-le-sue-virtu-cosmetiche/.Perchè non mi scrivi ?Ciao stefania clo

    Risposta
  • 2 giugno 2012 in 18:34
    Permalink

    P.S. Ho dimenticato : è molto probabile che sia l'acqua la causa della tua disidratazione.Dovresti usare l'acqua minerale,
    per il viso.Abito in Umbria dove l'acqua è molto calcarea e, nonostante abbia la pelle grassa,dopo essermi lavata il viso con acqua, mi "tira" tutta la pelle e non è per l'età,che c'è,perchè me lo faceva anche 20anni fa ! Prometto non scrivo più (per stasera) Ciao stefania C

    Risposta
  • 8 giugno 2012 in 21:28
    Permalink

    Ma no, Stefania, non metto la crema sugli occhi… la metto sul viso, ma tutte le creme comprate contengono qualche sostanza che mi dà fastidio agli occhi, deve essere tipo una sostanza volatile… non so cos'è… Metto la crema normalmente, non passo nemmeno sul contorno occhi, ma niente… cmq ormai il problema è superatissimo, è passato più di un anno da queto post ed ormai le creme fai da te sono un'istituzione in casa… niente più occhi che bruciano e niente più schifezze sulla pelle!!!
    Per quanto riguarda il problema dell'acqua penso che tu abbia proprio ragione. Mi lavo la faccia al volo tipo 5 volte al giorno (se non di più): è evidente che la mia pelle non tollera il calcare o anche semplicemente la variazione di ph causata dall'acqua di rubinetto… certo lavarsi con acqua di bottiglia con basso residuo fisso andrebbe meglio ma…. che scocciatura, ogni volta!!! meglio le cremine, va!!!
    Cmq grazie mille, ci sentiamo presto e cmq adesso ho il tuo indirizzo e certo che ti scrivo!!
    Baci, khadi

    Risposta
  • 20 luglio 2012 in 16:22
    Permalink

    hola ciao vorrei sapere si posso fare la crema con grasso di maiale o burro normale questo e il io email se mi puoi rispopondere per piacere grazie

    Risposta
  • 29 agosto 2012 in 17:18
    Permalink

    sono perfettamente cosciente che le creme che si comprano fanno male, però molte non costano molto, e io pigra come sono purtroppo le compro, spero di cambiare idea

    Risposta
  • 9 settembre 2012 in 7:45
    Permalink

    Ce ne sono anche alcune bio che non costano molto… Appena ho un attimo vedo se riesco ad aprire anche una sezione per le recensioni dei prodotti bio economici che si possono acquistare.
    Passa a trovarci : )

    Risposta
  • 25 settembre 2012 in 12:42
    Permalink

    Al posto della lecitina cosa posso metterci?? Non si uniscono bene gli oli con l h20..! Quindi devo utilizzare la lecitina ma non la ho…

    Risposta
  • 23 ottobre 2012 in 19:59
    Permalink

    Ciao. al posto della lecitina prova con la cera d'api, anch'essa lega l'acqua all'olio facendo un'emulsione di Acqua in Olio.

    Risposta
  • 25 ottobre 2012 in 12:32
    Permalink

    Questa emulsione veramente la faccio olio in acqua, cmq sì, mi trovo molto bene anche con la cera d'api, trovi pareccie ricette a base di cera d'api in giro per il blog. Grazie : ) <3

    Risposta
  • 11 febbraio 2014 in 17:55
    Permalink

    Non so se ricordo male, ma questa crema era per le mani, non per il viso. Inoltre quando si formula una crema per il viso, bisogna misurare il ph ed eventualmente coreggerlo, insomma ci vogliono certe accortezze, da non dimenticare il conservante su una base acquosa .

    Risposta
  • 22 agosto 2014 in 10:58
    Permalink

    Certo Francesca, questo era un primo tentativo per risolvere un problema immediato. Non avevo nessuna materia prima in casa! E' con questa ricetta che ho iniziato ad autoprodurre cosmetici…
    Ci vorrà prima o poi un post di aggiornamento, certo.
    Grazie per la nota : )

    Risposta
  • 17 ottobre 2014 in 16:28
    Permalink

    Scusate ma ho iniziato a spignattare da poco e cre do di aver capito che se una ricetta come questa è con acqua a 100 in pratica ne devo mettere 50gr perché tra lecitina e burro di karite si ha un peso di 50 gr. Per favore Fatemi capire se è così.

    Risposta
  • 17 ottobre 2014 in 21:53
    Permalink

    Sì, hai capito bene.
    Quando si scrive "acqua a 100" significa che le quantità di tutti gli altri ingredienti presenti vanno tolte ai 100 grammi di acqua.
    Mi raccomando però non seguire questa ricetta, 30 grammi di lecitina sono davvero troppissimi.. era la mia prima crema ed ho esagerato per inesperienza. Normalmente si mettono 20 grammi, ma anche quelli secondo me sono già troppi.
    Devo aggiornare il post… lo so! : D

    Risposta
    • 19 ottobre 2014 in 15:26
      Permalink

      Grazie mille per la risposta. Grazie per il tuo blog, mi piace molto

  • Pingback: Problemi di pelle secca? Rimedia con la cold cream fai da te – SonoBio… a modo mio

  • Pingback: Crema base alla lecitina – SonoBio… a modo mio

  • Pingback: Impacco anti pidocchio fai da te – SonoBio… a modo mio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: