Impacco yogurt e henna: una variante

Affascinata dalla meravigliosa ricettina della Muja, il giorno dopo ho voluto subito sperimentare.
Sì, lo so. Avrei dovuto fare il post subitissimo, però volevo parlarvi anche del dopo, dei risultati e dell’effetto a lunga scadenza della mistura sui capelli e quindi: eccomi, sono pronta!
Gli ingredienti sono più o meno gli stessi con alcune piccole varianti, scelte sia in base a quello che avevo a casa, sia in base alle mie necessità.


Impacco per capelli yogurt e hennè modificato ;):

 

3 cucchiaini di yogurt bianco intero, 
1 cucchiaino di miele, 
3 cucchiai di henna, 
2 cucchiaini di olio di jojoba,
mezzo cucchiaino di olio di nigella (hebba sauda).

Il cacao non l’ho messo perchè non lo avevo. Ho messo una quantità maggiore di henna perchè avevo bisogno anche di farmi il colore (!!) e, per quanto riguarda gli olii, nonostante in passato abbia usato spessissimo l’olio di semi di lino e mi sia trovata benissimo, in questo periodo uso costantemente il jojoba e di semi di lino nemmeno l’ombra in casa mia, quindi ho ovviato così. Hebba sauda al posto degli OE per rimediare un po’ alla caduta dei capelli del cambio stagione…


Con l’intenzione di tener su l’impacco ore ed ore, ho infine avvolto tutto nel mio grande foulard nero e sono riuscita a tenere l’impacco per circa tre ore.
La colorazione non è stata come quella solita, di cui in seguito illustrerò il semplicissimo procedimento. Si acquisisce giusto un lieve riflesso rossiccio. Però i capelli vengono pulitissimi (nonostante quel po’ di henna che per forza di cose resta a meno che non svuoti la boccetta di shampo e nel mio caso anche quella dell’olio, visto che senza olio l’henna non riesco proprio a toglierla!) e morbidissimi… E soprattutti ancora morbidi e puliti dopo giorni.
Ottimo risultato, cara Muji! Barakallahu fik per l’utilissimo spunto!

Alla prox, insha Allah!


Ecco il preparato: non è meraviglioso?

Come dice Marianna: ” L’unica cosa scomoda dell’ hennè è che “spallina” tutto, si sbriciola quando lo passi nei capelli e  cade tutto per terra combinando un macello…”
E poi, no, Marianna, non puzza!! Per me odora, altrochè!
E comunque, quando ci metti dentro lo yogurt, non “spallina” più… che meraviglia!

13 pensieri riguardo “Impacco yogurt e henna: una variante

  • 17 maggio 2011 in 16:03
    Permalink

    :OOOOO Grazie per la citazione cara, infatti si l'esperimento dello Yogurt mi ha reso davvero una donna felice non solo per l'anti "spallinamento" ma anche per la lucentezza dei capelli!
    P.S. non puzza… diciamo che non gradisco tanto l'odore ( mio nonno prendeva un lassativo che aveva lo stesso odore… forse è per quello muahh) 😉 SMACK

    Risposta
  • 19 maggio 2011 in 10:38
    Permalink

    sì, infatti, dai! Non puzza! Secondo me profuma <3…
    Devo ammettere che lo yogurt in testa ha reso felice anche me: ci vuole davvero poco per rendere felice una donna, non è vero?
    🙂
    a presto, baci 🙂

    Risposta
  • 19 maggio 2011 in 10:53
    Permalink

    Mashaa Allah! Bellissime le foto dello spignatto! *smile*

    Alcune domande insha Allah: con che modalità e frequenza usi l'olio di hebba sawda contro la caduta dei capelli? In che senso trovi difficile togliere l'henna?

    Il colore del henna non è stato quello usuale sia perchè non ha ossidato, sia perchè hai usato ingredienti che immagino non usi di norma nell'impacco colorante.

    Odore del henna?! Nessuno me lo tocchi!!! Io mi dipingo per bene le mani (NON con i disegni, io faccio come le anziane di ste parti…tutta la mano colorata, palmo e dorso) e amo l'odore che sprigionano in seguito. Io sono henna dipendente: mani/piedi/testa. *smile*

    In ogni caso, ukhti, voglio presto la ricettina dell'impacco colorante…sai che tutte usano metodi diversi!

    ps: la qualità e il tipo di henna, contano molto…ti scrivo parte del sms della mia più cara sorella alla quale ho portato alcuni prodottini locali tra cui l'henna, qualche giorno fa: "Mi ha dato dei bei riflessi e si sentiva la buona qualità, mentre lo spalmavo niente grumi e pochi capelli caduti". Poi vale la pena mescolare molto a lungo, se avete una frusta (non in metallo) usatela. Se il composto è molto liscio ed omogeneo, secondo me alcuni problemini spariscono.

    Subhana Allah, quando arrivo da ste parti comincio a chiacchierare e non smetto più! Was salamu aleikum wa rahmatullahi wa barakatuhu!

    Risposta
  • 20 maggio 2011 in 12:07
    Permalink

    wa aleikum assalem wa rahmatullah wa barakatuhu ukhtina,
    chiacchiera pure quanto vuoi qui!!! Che problema c'è?

    Rispondo alla tue domandine… vediamo…

    con che modalità e frequenza usi l'olio di hebba sawda contro la caduta dei capelli?
    Frequenza: circa una volta a setimana.
    modalità: un cucchiaino o mezzo, diluito in un impacco di olio di jooba o di cocco, oppure nell'henna quando la faccio.

    In che senso trovi difficile togliere l'henna?
    I miei capelli assorbono tantissimo, quindi per togliere l'impacco di henna dopo che l'ho tenuto su e si è anche seccato in testa devo mettermi sotto la doccia per circa un'ora O_o e svuotarmi la boccetta di shampo+acqua+olio con cui mi lavo i capelli 🙂
    c'è anche da dire che non uso balsami, quindi gli olii sono l'unico modo per aiutare la terra ad uscire.
    Anche per questo per me è assurdo non mettere olio nel preparato della henna!

    Il colore del henna non è stato quello usuale sia perchè non ha ossidato…
    e… secondo te perchè non ha ossidato?? (scusa l'ignoranza *smile*)..

    In ogni caso, ukhti, voglio presto la ricettina dell'impacco colorante…sai che tutte usano metodi diversi!
    Alhamdulillah, l'ho rifatto ieri: niente di che, insha Allah poi faccio un post ;).

    Ho usato una frusta in plastica come dicevi ed è venuta fuori una crema morbidissima, barakallahu fik <3..

    Baci baci e jzk per gli utilissimi consigli :).

    wassalem

    Risposta
  • 21 maggio 2011 in 14:20
    Permalink

    Come fa un olio a limitare la caduta dei capelli? Penso sia una questione "interna"…

    L'henné ossida col tempo: bisognerebbe lasciar riposare la pappetta per 12/24 ore prima di applicarla, per far uscire bene il colore.
    Io applico l'henné sui capelli umidi (non bagnatissimi, altrimenti cola e diventa una pratica di auto-tortura! :)): questo mi aiuta a distribuirla meglio e a non cementificarmi i capelli; infatti, quando finisce il tempo di posa, la pappa è ancora umida e si rimuove con relativa facilità. Ho letto (penso su Capelli di fata) che si può fare l'impasto con del gel di semi di lino, che aiuta a rendere il "cataplasma" più cremoso e stendibile. Io però non ho ancora provato. Lo faccio sempre con henna, limone o aceto, yogurt, miele e un po' d'acqua calda. Dopo la rimozione dell'impacco (che tengo su dalle 3 alle 6 ore, avvolto con pellicola e asciugamano), faccio un cowash. I capelli vengono morbidissimi. Non li asciugo mai col phon, a meno che non sia proprio necessario.

    Domanda: l'henné sulla pelle (fino a colorarla, come dice Mujahida) ha qualche potere cosmetico-curativo oppure si usa solo per motivi estetici/tradizionali ecc.?

    Ciao!

    Risposta
  • 21 maggio 2011 in 17:29
    Permalink

    A quanto ne so l'olio di nigella, usato applicato sulla cute, non è l'unico capace di limitare la caduta dei capelli.
    Anche l'olio di ricino è usato esternamente applicato direttamente sul cuoio capelluto contro la caduta
    In relatà il procedimento consigliato (non solo da Aminah su soinsaunaturel) è un altro:
    – Massaggiare il cuoio capelluto con il limone e lasciar riposare per quindici minuti.
    – Lavare con lo shampoo e asciugare.
    – Applicare l'olio di cumino nero sul cuoio capelluto tutti i giorni per una settimana.
    Però io mi scoccio a fare così, quindi lo applico in questo modo molto blando, sperando che mi faccia qualcosa lo stesso :).
    Anche perchè, nel caso in cui davvero ti metti a massaggiare la cute con la nigella, ci svuoti la bottiglietta… per la mia testa assorbi-olii non ne basterebbero due O_o!

    L'henné ossida col tempo: bisognerebbe lasciar riposare la pappetta per 12/24 ore prima di applicarla, per far uscire bene il colore.
    12/24 ore??? Aiuto, non è per me! Io sono per le cosine vit fait 🙂
    Continuo con il mio procedimento standard, quando voglio colorarmi! E grazie mille per le dritte e i consigli ;).


    Per quanto riguarda i benefici della henna sulla pelle pare che abbia un'azione purificante, serva a eliminare l'opacità e ridare luminosità alla pelle e restringa i pori.
    Personalmente amo l'effetto scrub che ha sulla pelle bagnata, mentre ti si stacca dai capelli sotto la doccia.

    Risposta
  • 21 maggio 2011 in 19:57
    Permalink

    Eccomi! *smile*

    Esattamente, l'ossidazione è un processo che avviene grazie al tempo in cui si lascia riposare il composto…dai, ukhti, bastano anche poche ore! Fai che lo prepari la mattina e te lo applichi la sera, no?!

    Una mia considerazione sulle potenzialità dei vari oli, anche usati esternamente…l'olio di ricino ad esempio rinforza moltissimo le unghie e le ciglia, oltre che i capelli. Va da sè che ci vuole costanza nell'uso e sicuramente informazioni valide sulle modalità.

    L'henna, oltre che sui capelli, si usa anche internamente (per emicranie, disturbi dell'apparato digerente, etc…attenzione perchè stimola le contrazioni uterine). Per quanto riguarda la pelle, si utilizza su scottature, ferite, psoriasi, herpes, ematomi…infatti ha proprietà astringenti, antimicotiche ed antisettiche. Io in passato l'ho usato moltissimo sulle ferite, con ottimi risultati (una sorta di cicatrizzante naturale). Inoltre posso testimoniare come il suo uso costante sulle unghie, le abbia rese molto meno fragili. Quindi unisco la bellezza del colore sulla pelle e sulle unghie, alle sue proprietà benefiche.

    Ripasso, eh….che devo torturare un pò la mia sorellona… *smile*

    Was salamu aleikum wa rahmatullahi wa barakatuhu.

    Risposta
  • 21 maggio 2011 in 21:57
    Permalink

    Post interesantissimo masha'Allah!!!
    Mi potreste spiegare in che modo l'henna aiuta anche internamente….voglio dire come va applicata per curare le emicranie ad esempio?
    siccome mi trovo…vorrei chiedere un consiglio alle esperte di henna…ehm…io uso una qualita' di henna che tende al biondo acquistata nelle erboristerie italiane. ecco il punto e' che i miei capelli sono color castano chiaro ed ogni volta che uso la henna diventano castano scuro…insomma non mi schiarisce nulla e si coprono appena i capelli bianchi con un riflesso biondino/rossiccio….pensate che debba lasciarla ossidare e poi adoperarla? e se la diluissi con dello yogurth e della camomilla bella ristretta?? qualche consiglio?
    che bello far rivivere questa bellissima tradizione mashallah! jazakillah kheir

    Risposta
  • 22 maggio 2011 in 0:36
    Permalink

    Mashaa Allah! Allora….per quanto riguarda le proprietà fitoterapiche, faresti bene a chiedere a qualche donna marocchina insha Allah. Qui in Occidente, infatti, non sono stati condotti studi approfonditi al riguardo e quindi l'henna non viene considerata un'erba curativa per uso interno. Eppure abbiamo testimonianze dalla Sunnah del Profeta (sallAllahu 'alayhi wa sallam) persino su questo…subhana Allah!! Infatti oltre agli ahadith che citano gli usi sulla pelle o sui capelli, ve ne sono anche che parlano del mal di testa e dei problemi intestinali (e altro che non ricordo). Subhana Allah.

    E' sempre estremamente difficile rispondere alle domande sulle varie combinazioni di colore con i diversi tipi di henna…troppi aspetti vanno presi in considerazione. Sicuramente posso dirti che l'henna non ha proprietà schiarenti, quindi se parti da un castano (anche se chiaro) non otterrai mai un inbiondimento (semmai qualche riflesso). Lasciare ossidare l'henna (anche con camomilla, curcuma, zafferano e altri schiarenti naturali) non serve: più passa il tempo e più l'henna rilascia i pigmenti del colore (quindi….il rosso). Piuttosto puoi provare degli impacchi, a lungo andare dovrebbero dare dei risultati (costanza e pazienza le parole d'ordine). Adesso è l'1.30 di mattina qui, insha Allah domani ti cerco info sul henna chiaro e soprattutto sugli impacchi per schiarire e riflessare di biondo.

    Wa salamu aleikum wa rahmatullahi wa barakatuhu.

    Risposta
  • 22 maggio 2011 in 0:44
    Permalink

    Mica potevo dormire col pensiero dei capelli della sister da schiarire?! No!!

    Rimedi naturali per schiarire i capelli

    Forse rimarrai un pò delusa, ma qualche buon consiglio lo troverai sicuramente. Mettete tra i preferiti questo blog…io attingo spesso da qui per gli spignatti.

    E adesso vado a dormire insha Allah…barak'Allahu fikunna.

    Risposta
  • 22 maggio 2011 in 17:12
    Permalink

    jkz Muji per tutte queste info, insha Allah provo ad organizzarle in un post… se ci riesco 😉
    Insomma, ultimamente i post me li scrivi tu!! Barakallahu fik!! <3

    Risposta
  • 8 giugno 2011 in 22:31
    Permalink

    Jazakillah kheri carissima Mujahida, scusami sono stata fuori e non avevo letto la tua risposta finora. mashallah!!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: