Olio + hennè = piccolo contributo alla distruzione di un mito

Da quasi due anni, e cioè da quando ho avuto modo di testare la differenza che passa tra una polvere di hennè presa in una qualsiasi erboristeria in Italia e polveri provenienti attraverso canali non commerciali da Algeria e Marocco, mi coloro abbastanza regolarmente di henna (con qualche pausa chimica in mezzo, devo ammetterlo!).

Sin dal primo momento, Aminah ha consigliato per il mio caso specifico, di non usare la henna da sola, ma miscelata con olio di jojoba.
Dicono che l’olio non permette alla henna di essere assorbita, ma ho visto che non è vero e nel tuo caso l’uso della miscela con olio mi sembra indispensabile”, mi disse.

Devo ammettere che non mi era mai successo che mi venisse un colore così bello e uniforme con il hennè! Tanto più che il risultato avrebbe potuto essere compromesso dal fatto che l’applicazione era stata effettuata su una base trattata chimicamente!
E invece no :D.
Ho attribuito la cosa, come diceva anche Mujahida in un commento più sotto, a due fattori:
1. la buona qualità della henna;
2. la miscela con olio di jojoba, che evidentemente – in qualche modo – pare averne potenziato le caratteristiche: vuoi perchè essendo una miscela cremosa che non “spallina”, si distribuisce molto meglio sulla cute, vuoi perchè evidentemente l’olio ha qualche proprietà sulla chimica del preparato che, davvero, ne potenzia la capacità colorante.

La conferma di questa teoria che pareva un po’ strampalata me l’ha data una cara lettrice anonima – di cui spero insha Allah di consocere presto il nome 😉 – proponendo questo link:

L’olio Non impedisce al Hennè di colorare, anzi… sfatiamo il mito

Cito dal link:

Avevo a disposizione 2 kg di hennè fresco portatomi dal marocco da una mia amica, ho preso una ciocca di capelli della mia nonna, non trattati da nulla, nè colore, nè permanente, nè siliconi etc. Ho fatto la pappetta con hennè + una goccia di olio di argan e dopo 12 ore ho ottenuto un bel colore arancio.
Non contenta ho rifatto di nuovo la pappetta e ho messo moltissimo olio, quasi diluito hennè con olio e dopo 12 ore i capelli da bianchi erano rossi accesso, veramente bello.
Quindi sono arrivata alla conclusione che…
… l’olio può in quache modo favorire il rilascio della molecola pigmentante.

Ed ora arriviamo alla mia semplicissima ricetta:

4 cucchiai di henna
3 di olio di jojoba (d’estate uso a volte olio di cocco)
1/2 cucchiaino di hebba sauda oppure poche gocce di OE a scelta tra i pochi che ho (menta, lavanda, ylang ylang, misto base jasmin).
Acqua q.b.

Miscelare il tutto fino ad ottenere una vera e propria crema.
Importantissimo (almeno per me): applicare senza guanti in modo da massaggiare bene la cute durante l’applicazione e arrivare anche in punti difficili 😀

Già sento le obiezioni: ma mi si sporcano le mani!!
E allora? Non è bellissimo?

Sì, lo so, non vale. Poi tanto io giro con i guanti ;).

______________________________

P.s. Per il tema “benefici della henna sulla pelle” sto preparando un altro post.

Questo è già troppo lungo e poi… devo ancora studiare assai ;).

_______________________________________

Se usi hennè anche tu, mi raccomando, lascia la tua ricetta nei commenti.
E soprattutto, se hai già provato, dimmi cosa ne pensi dell’accoppiata hennè + olio.

22 pensieri riguardo “Olio + hennè = piccolo contributo alla distruzione di un mito

  • 31 ottobre 2011 in 13:44
    Permalink

    Ambè devo proprio provare la prossima volta hennè ed olio,ma va bene qualsiasi olio oppure deve essere uno apposta??Ho la cute tendente al grasso..
    Grazie,Cristina
    Ps:eh si Khadi ti faccio saltare da post a post.. XD

    Risposta
  • 31 ottobre 2011 in 13:54
    Permalink

    Cri, ce l'ho in testa proprio in questo momento. Questa volta ho messo 3 cucchiai di henna, circa 30 ml di olio di ricino e altrettanto di olio di arachidi + acqua quanto basta per far venire la cremina.

    Ho voluto mettere il ricino perchè, forse a causa del cambio di stagione, perdo capelli dappertutto e poi, essendo il ricino un olio gelloso, ho voluto ammortizzare un po' con un olio leggero.

    Cmq va benissimo anche l'olio di oliva, io lo uso spessissimo con l'impacco di henna : ).

    Risposta
  • 31 ottobre 2011 in 14:43
    Permalink

    Interessantissimo post khadi! era propoprio quello che cercavo,perchè tra tanti consigli che leggo su dove comprare l'hennè, non sapevo di chi fidarmi, ma di te so che posso, quindi sono andata subito a vedere questo blog,però ci sono solo olii essenziali, non parla proprio di hennè…
    comunque mi sembra davvero ottimo utilizzare l'olio, perchè immagino che renda tutto più omogeneo e facile da spalmare!^_^

    Risposta
  • 31 ottobre 2011 in 15:15
    Permalink

    Sì, il blog è messo malissimo e non è aggiornato, però nel frattempo – forse non ci crederai – ma con le mie stesse manine sto preparando un vero e proprio sito per questa piccola ditta.
    In questo momento l'attività è ferma, infatti loro sono in Algeria per sistemare questioni burocratiche legate all'attività e fare alcuni ordini… Per contattare Aminah puoi comunque provare a compilare il form, non so se riuscirà a risponderti in questi giorni, comunque puoi chiedere se la henna è disponibile. I prezzi dovrebbero essere sempre quelli.

    Ecco il form da compilare:
    http://ann.over-blog.com/blog-contact.php?ref=2096350%20

    Io con questa henna mi trovo molto bene, quella che prendevo in erboristeria non mi copriva niente e nemmeno mi sembrava mi facesse bene più di tanto. Prova ; ) … E poi fammi sapere come ti sei trovata.

    Con l'olio viene proprio una cremina e si spalma che è una meraviglia! ^_^

    Risposta
  • 31 ottobre 2011 in 23:10
    Permalink

    Ciao Khadi…io ormai sono anni che uso l'hennè puro. Senti un pò come faccio la pappetta: preparo preventivamente una maionese fatta in casa ed uno yogurt alla banana (sempre fatto in casa) che vado a mettere nella mia polvere. Inizio a mescolare e ci aggiungo anche un cucchiaio abbondante di aceto di mele oltre che l'acqua. Impasto sino a che non mi vien fuori una bella crema omogenea. La spalmo cominciando dalle radici e prendendo ciocche di capelli, una per una (ci metto una vita perchè ho i capelli lunghi, ma ne vale la pena). Quando ho finito di impiastricciare i miei capelli inizio a massaggiare il cuoio capelluto per distribuire bene l'impasto, poi copro con pellicola da cucina e lo tengo in posa per almeno 2 ore. Passo allo shampoo accuratamente sino a che l'acqua non è limpida et voilà un effetto bellissimo….un rosso bruno/mogano con riflessi più o meno scuri a seconda del colore dei miei capelli. Lucidi, corposi e meravigliosi!!!! Mio marito è tornato da poco dal Marocco e in regalo mi ha portato L'henna che guarda caso ho fatto proprio ieri!
    Un bacio

    Risposta
  • 2 novembre 2011 in 19:28
    Permalink

    Ma scusa Khadi,l'olio di ricino a mò di impacco fa un effetto anticaduta??Ne perdo un sacco anch'io..
    Cristina.

    Risposta
  • 9 novembre 2011 in 13:29
    Permalink

    @Lalla, ma riesci a colorare con questa miscela, io ho provato con la ricetta di Mujahida che trovi nella categoria: http://www.sonobio.com/search/label/impacchi
    però, nonostante l'ottimo effetto che l'impacco ha avuto sui capelli, non ho ottenuto nessun effetto colorante.
    A te colora?

    @Sì, Fra, ti avviso appena pronto, anzi avviso tutte, ci farò un post : )))
    Dovrei rimettermi a lavoro oggi stesso.

    @Certo Cri, l'olio di ricino ha un ottimo effetto anticaduta ed è un buonissimo rafforzante per le unghie. Dobbiamo fare un post anche sulle proprietà dell'olio di ricino, vero?

    Risposta
  • 28 novembre 2011 in 23:23
    Permalink

    Khadi i miei capelli sono stranissimi…cioè riescono a prendere pieghe, colori e forma come più mi pare….non so se è una qualità dei miei capelli oppure è una qualità degli ingredienti usati!!!!

    Risposta
  • 30 novembre 2011 in 9:56
    Permalink

    "…non so se è una qualità dei miei capelli oppure è una qualità degli ingredienti usati!!!! "
    …Forse tutt'e due ; )

    Risposta
  • 28 gennaio 2012 in 22:36
    Permalink

    io mi sono trovata male con l'hennè! mi ha lasciato i capelli come se fossero "trattati" ed ho udato quello di AZ..mi consigli di usare questo?? è migliore vero?? ma l'indigo?? non vorrei proprio farmi rossa..un bacio khadi!<3

    Risposta
  • 29 gennaio 2012 in 19:49
    Permalink

    Non so, mi sembra strano, io quello di Az non l'ho mai usato, io con questo mi trovo benissimo, ma il colore è comunque sul rosso, poi magari io cerco di mitigarlo un po'. Il problema dell'indigo è che ti dà un colore nero nero, anzi nero-blu, forse potresti provare con il khatan, ma non so dove potresti trovarlo, anch'io lo cerco per unirlo al henné… vediamo un po' se riusciamo a trovarlo da qualche parte ; ) baci <3

    Risposta
  • 29 febbraio 2012 in 10:55
    Permalink

    No, Angela, non preoccuparti prima di provarlo!! Usalo e vedi come ti trovi, non sempre lo stesso prodotto ha gli stessi effetti su tutti, magari sui capelli grassi fa un effetto e su quelli secchi ne fa un altro… bisogna vedere e testare personalmente ; ).
    <3

    Risposta
  • 18 settembre 2012 in 21:06
    Permalink

    Scusatemi…….io uso da un bel pó l'henné ed ho sempre saputo che l'henné ha bisogno di ossidarsi per conferire il colore e quindi é necessario usare acido citrico o limone e poi lasciare ad ossidare per una notte intera ed infine applicare sulla testa e lasciarlo in posa per piú ore!!!!
    Mi date conferma o sto sbagliando?

    Risposta
  • 18 settembre 2012 in 21:40
    Permalink

    Mi potete aiutare?
    Mio zio va speso in Marocco e leggendo questo post mi é venuto in mente che potrei farmi portare da lui l'henné.
    Io ne so pochissimo, di solito prendo in erboristeria il lawsonia( che mi sembra sia il vero henné…) .
    Esiste un nome o una marca o un tipo ben preciso in Marocco?
    Del lawsonia non mi piace il fatto che il colore viene troppo ruggine, una volta ho provato il rosso rinforzato…….un colore favoloso ma……..non sono disposta ad accettere i picramati!

    Risposta
  • 21 settembre 2012 in 15:11
    Permalink

    Per quanto riguarda l'ossidazione la henna, non ci sono problemi, pare sia un metodo che funziona benissimo, anche se personalmente non l'ho mai testato… mi succede raramente di poter programmare il giorno prima quando potrò rifare il colore : ).
    Per la qualità di henna non so se ci sono nomi, cmq c'è un tipo di henna di colore rossiccio che fa venire un colore di capelli più sul rame e un tipo di henna verde che fa venire i capelli di un colore più sul mogano, quindi dovresti cercare di procurarti quest'ultimo.
    Scusami per la vaghezza delle informazioni, ma sinceramentre non ne so di più : ))).
    Se tra le lettrici ci sono volontarie più informate si prega cortesemente di intervenire… Grazie mille!!! <3

    Risposta
  • 24 novembre 2012 in 15:07
    Permalink

    Ciao a tutti, anche io ho lo stesso quesito sull'henné!!!! Il mio fidanzato deve andare per lavoro in marocco, e si é offerto volontario per comprarmi il ghassoul e l'henné, peró lui non parla l'arabo quindi si limiterà a mostrare un foglietto con scritto quello che mi serve.
    La domanda é: cosa devo scrivere sul foglietto, se ho bisogno di henné per capelli, rosso, mogano, nero e anche del ghassoul?
    Ecco quello che serve a me é la traduzione.
    Grazie

    Risposta
  • 21 settembre 2016 in 17:03
    Permalink

    Ho provato e devo dire che è vero con l’olio aggiunto colora decisamente di più. Mai più senza olii!! 🙂

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: