I pericoli del fai da te: aceto di mele

Di cosmesi fai da te parliamo con leggerezza, nella convinzione che a nessuna di noi venga in mente di impiastricciarsi il corpo e la faccia con ricette inventate di sana pianta o reperite sul web senza prima verificare la fonte o modificate a piacere, senza vagliare coscientemente i pro e i contro di tali modifiche.

Qualche tempo fa, su un forum, ho conosciuto una ragazza che raccontava di essersi procurata un’ustione di secondo grado con una cosa apparrentemente innocua come il tonico all’aceto di mele.

Ti interessa sapere come?

La ricetta di questo tonico sembra la ricetta più facile del mondo:

2/3 di acqua e 1/3 di aceto di mele…

Semplice, vero?
Eppure ci sono epidermidi molto sensibili che potrebbero non sopportarne l’applicazione.
E’ quello che è successo a questa ragazza che oltretutto, bypassando le precauzioni d’uso della ricetta che impone la miscela con molta acqua, ha applicato l’aceto puro versandolo su un batuffolo di cotone con il quale si è poi bagnata il viso.
E’ bastato un pomeriggio, alla sera era già in ospedale.

Quando penso a tutti gli intrugli che facevo da ragazza, alle modifiche completamente arbitrarie delle ricette che trovavo sui giornali, a quante volte, per combattere i brufoli, mi sono spalmata la faccia di succo di limone puro, agli impacchi che mi facevo in testa in cui mettevo davvero di tutto senza conoscere nulla sugli effetti delle varie sostanze… Mi spavento per me e per quello che ringraziando Allah non è successo e per tutte quelle ragazze che, capitando su questo blog, potrebbero avere la malaugurata idea di applicare uno dei consigli ritagliando qualche precauzione d’uso.

Mi sento quindi in dovere di dedicare una serie di post alla me stessa adolescente e a tutte le ragazze giovani e meno giovani, intraprendenti e fantasiose, ma a volte talmente impulsive da decidere di dover spignattare adesso, a tutti i costi, anche senza ricette e anche senza materie prime e soprattutto senza aver fatto adeguate ricerche sull’argomento. E questo è il primo della serie. <3

9 pensieri riguardo “I pericoli del fai da te: aceto di mele

  • 10 giugno 2011 in 16:33
    Permalink

    Brava ben detto, mai fare di testa propria può essere pericoloso sopratutto mai sperimentare direttamente sul viso, provare su angolino di pelle per vedere se la pelle ha delle reazioni allergiche e poi fare sempre attenzione alle ricette

    Risposta
  • 12 giugno 2011 in 21:09
    Permalink

    Si jazkaillah kheri per il tuo post, e' bene sapere che le istruzioni vanno seguite alla lettera e, come commentava marianna, preferendo un piccolo angolino della pelle poco esposto per provare. anche a me e' capitato qualche episodio del genere da ragazza ma non da ospedale…insomma eritemi, pelle arrossata…mi ricordo che una volta mi fu consigliato di cospargermi di olio d'oliva per favorire l'abbronzatura (ed altri intingoli casarecci pericolosissimi) ovviamente avendo la pelle molto chiara, e trattandosi dei primi giorni di esposizione solare il risultanto fu un bell'eritema esteso e impossibilita' ad espormi per almeno qualche settimana….bisogna fare molta attenzione ed essere prudenti.

    Risposta
  • 12 giugno 2011 in 21:26
    Permalink

    @Marianna grazie mille per il valido consiglio. A presto 🙂

    @Amatullah, barakallahu fik per averci raccontato la tua esperienza. E' sempre utile per tutte confrontarsi su questi temi. Salem

    Risposta
  • 24 marzo 2013 in 16:32
    Permalink

    post eccellente che avrei voluto fare anche io … credo che non solo sia importante seguire alla lettera la ricetta in questione ma anche informarsi prima, attraverso più fonti, prima di cominciare ad autoprodurre o di fare del fai-da-te

    Risposta
  • 26 marzo 2013 in 13:12
    Permalink

    Grazie Jackie, a dire il vero attraverso un veloce giro sul tuo blog ho visto post molto più interessanti di questo : ).
    A presto, da me o da te ; )

    Risposta
  • 26 marzo 2014 in 11:28
    Permalink

    Ciao, va bene se faccio un tonico all'aceto di mele con la proporzione di 1/3 cioè: 25ml di aceto di mele +75ml di acqua demineralizzata, per un totale di 100ml di tonico. L'acqua, dovrei bollirla per disinfettarla o anche no? Io tengo questo tonico in frigo, faccio bene?

    Risposta
  • 26 marzo 2014 in 15:15
    Permalink

    Perfetto, ma sii cauta nell'utilizzarlo, perchè se hai la pelle più delicata nel normale comunque possono esserci dei rischi, puoi cominciare con un tonico all'aceto, ma al 10 % per esempio e mi raccomando di non esporti al sole dopo l'applicazione. Sì, devi tenerlo nel frigo se non hai aggiunto il conservante.

    Risposta
  • Pingback: Tonico all'aceto di mele con acido ialuronico ~ SonoBio a Modo Mio

  • Pingback: I pericoli del fai da te: miscele esplosive ~ SonoBio a Modo Mio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: