Deodorante al bicarbonato: la ricetta

E finalmente ecco la ricetta che aspettavamo.

Il deodorante al bicarbonato: un deodorante fai da te senza alcool e che non ti fa puzz… ehm.. odorare come un’insalata estiva : ))).

Non è una formula eccezionale, ma… funziona alla grande!

Online ce ne sono tantissime versioni. La ricetta che ho seguito è quella proposta da Ecobio combinata con il procedimento di Carlita.

Acqua, bicarbonato e, tanto per cambiare, olii essenziali.
Hai tutto? Sei pronta?
Ok, partiamo!

 

Ingredienti:

  • acqua minerale (residuo fisso < 0,50) o distillata 90 ml
  • bicarbonato di sodio 2 cucchiaini circa
  • oe a piacere dalle 16 alle 20 gtt.

Si consigliano in particolare O.E. antibatterici come lavanda, tea tree etc.

Procedimento:

Mettere l’acqua in un bicchiere trasparente e tentare di scioglierci i due cucchiaini di bicarbonato.
Sì, “tentare di sciogliere” perchè il bicarbonato non si scioglierà completamente nell’acqua. La finalità è invece quella di realizzare una “soluzione satura” e cioè un intruglio in cui nell’acqua è presente la massima quantità di bicarbonato che è possibile disciogliere in essa. Per far questo dobbiamo tenere il bicarbonato nell’acqua per qualche ora e girare di tanto in tanto. Una parte di bicarbonato resterà comunque sul fondo.
La soluzione satura va versata in un contenitore a spruzzo, possibilmente riciclato : ). Aggiungere gli olii essenziali a piacere facendo attenzione ad abbinarli bene tra loro.
Gli olii essenziali non si sciolgono nell’acqua, ricordi?

Quindi occorrerà agitare il flaconcino prima di ogni spruzzata.
E’ davvero una ricetta semplicissima e spero che voglia sperimentarla subito anche tu.
E se la fai, informami : ).
Devo ammettere che per me non è da usare tutti i giorni, perchè a lungo andare mi provoca irritazione.
E tra qualche giorno, insha Allah, ti svelerò la mia alternativa.
E tu? Hai qualche altra idea?
Hai un’altra ricetta di deodorante fai da te senza alcool da propormi?
Un link da segnalarmi?
Non esitare, lasciami un commento.
E se ti è piaciuto il post, condividilo su facebook, su twitter o altrove… Guarda sotto: ci sono un sacco di bottoni, scegliene uno o spingili tutti : D.

♥Alla prox, insha Allah! ♥

38 pensieri riguardo “Deodorante al bicarbonato: la ricetta

  • 19 luglio 2011 in 7:33
    Permalink

    lo faccio oramai da diversi mesi e funziona alla grande, altro che quelli del super!

    Risposta
  • 19 luglio 2011 in 10:17
    Permalink

    Sì, Ale è verissimo.. lo sto usando da circa un mese, alternando con altre soluzioni fai da te e devo dire che mi trovo benissimo ed è la più efficace di tutte.. solo essendo un soggetto sensibile non posso usarlo tutti i giorni a causa del PH troppo alto dovuto alla soluzione basica, quindi alterno con le altre soluzioni più blande e mi tengo questa di scorta per le situazioni di sudorazione estrema 😉 ehehheh…

    Risposta
  • 19 luglio 2011 in 10:38
    Permalink

    …p.s. Ale, ma che ne pensi della grezzissima etichetta improvvisata??
    O.o!
    Molto trash, vero??…
    Ehm… una catastrofe.. eheheh!
    Devo rimettere la cartuccia alla stampante apposta apposta per farmi etichette decenti, ma non c'ho voglia!

    Risposta
  • 21 luglio 2011 in 11:01
    Permalink

    peccato io non mi trovo bene con questo prodotto..ci contavo ed invece sono dovuta tornare al cremino (quasi solido in stic)

    Risposta
  • 21 luglio 2011 in 14:35
    Permalink

    Beh, è un po' forte anche per me a causa del ph basico, infatti posso usarlo solo alternato ad altro, non in maniera continua. Però… funziona!!!
    Macaone, facci avere la ricetta del tuo deo cremino, se ci hai fatto un post magari lasciami un link qui nei commenti, ok?
    Grazie, così provo a rifarlo anch'io, magar mi trovo ancora meglio, che ne sai?
    A presto.

    Risposta
  • 21 luglio 2011 in 22:39
    Permalink

    Wow era proprio quello che stavo cercando dopo aver letto questo:
    http://www.healthymuslim.com/print.cfm?wvylg
    (se volete ve lo traduco)
    insomma i pericoli dei deodoranti acquistati in profumeria sono davvero tanti, ci siamo mai chiesti cosa per anni ci siamo spruzzati sotto le ascelle?
    ma secondo voi andrebbe bene conservare il prodotto una volta per miscelato in un contenitore di plastica tipo quelli per spruzzare le piante? altrimenti non saprei proprio dove metterlo!
    un'amica mi confido' che adoperava da anni il biacarbnato con ottimi risultati, lei pero' lo adoperava in polvere e con un batuffolo di cotone ne cospargeva leggermente l'area interessata. non posso pero' garantire, non ho mai provato di persona. jazakillah kheir

    Risposta
  • 22 luglio 2011 in 14:00
    Permalink

    ma secondo voi andrebbe bene conservare il prodotto una volta per miscelato in un contenitore di plastica tipo quelli per spruzzare le piante?
    Un po' grandino però.. pazienza ; )
    L'importante è che spruzzi : )

    Risposta
  • 24 luglio 2011 in 10:09
    Permalink

    Ahhahah!! Immagino tuo marito e i ragazzi quando si trovano l'innaffiatoio in bagno e te che te lo spruzzi addosso ogni mattina!! Ehehheh!! "Davvero strane queste donne", penseranno loro!

    Risposta
  • 18 ottobre 2011 in 19:11
    Permalink

    L'ho fatto anch'io e mi sono trovata benissimo tranne quella volta che ho messo dentro l'o.e. di menta.. avevo un'ascella letteralmente bruciata! Ma una sola!! Bah..
    Cristina.

    Risposta
  • 20 ottobre 2011 in 14:13
    Permalink

    Ehhehehehhh!
    Cri, davvero un'ascella ribelle!!!
    Evidentemente non gradisce la menta… però magari all'altra piace ; )
    Cmq, a parte gli scherzi, anch'io di o.e. alla menta ne metto pochissimo, tipo 3/4 gtt. per 100 ml…
    A presto ♥

    Risposta
  • 23 luglio 2012 in 12:59
    Permalink

    Purtroppo vi sono persone che non avendo conoscenza di Tossicologia e Scienze cosmetologiche, usano si ingredienti naturali come bicarbonato,limone,oli vari ecc.ecc. ma poi aggiungono un ingrediente che anche se naturale è un vero e proprio farmaco!! Soprattutto per via cutanea ed interferisce sul sistema immunitario ed endocrino dell'organismo in modo tossico….inoltre la maggior parte a breve e lungo tempo danno seri problemi di sensilibizzazione alla cute!!! QUESTO INGREDIENTE SI CHIAMA OLI ESSENZIALI o ESSENZE!!! Sono composti da circa una ventina di sostanze chimiche (aldeidi,chetoni,terpeni,fenoli,ecc) tutte sostanze con elevata tossicità …in alcuni paesi ne è vietato l'uso sia x interno che per uso cosmetico. Le aziende di alto livello professionale e con tecnici ed esperti qualificati infatti…non aggiungono mai oli essenziali alle loro formulazioni!!!

    Risposta
  • 23 luglio 2012 in 15:29
    Permalink

    Della pericolosità degli oli essenziali abbiamo già parlato in questo blog.

    Le aziende di alto livello certo non utilizzano gli oli essenziali nelle loro preparazioni, ma spesso (chissà come) utilizzano sostanze innocue come paraffina, siliconi, parabeni etc.

    Per noi che facciamo cosmetici a casa esiste di certo un problema, perchè non riusciamo a regolarci sulla quantità di oli essenziali da usare in una preparazione e non sono rari i casi di vera e propria "intossicazione" da olio, quindi fai bene a ricordarci che gli oli essenziali possono rivelarsi "tossici".

    Però quello che cerchiamo di proporre qui è sicuramente un uso cosciente e consapevole di questi oli, con criterio e senza esagerazioni.

    Sconsigliare in assoluto l'utilizzo degli oli cosmetici ed indicare come esemplare il comportamento di fantomatiche "aziende di alto livello professionale e con tecnici ed esperti qualificati" mi sembra come minimo di parte.

    Conosciamo benissimo le etichette dei prodotti di talune aziende di alto livello e, se siamo qui a studiare e sperimentare ogni giorno un nuovo preparato, è proprio per proteggerci dai prodotti di tali aziende.

    Per esempio io ho iniziato a farmi le creme da sola perchè in commercio non riuscivo a trovarne una che non fosse irritante per i miei occhi… Non ho ancora capito quale fosse l'ingrediente che mi dava fastidio e, sinceramente, a questo punto non mi interessa, visto che con le creme homemade ho risolto il problema, nonostante le 6 gocce di lavanda che metto anche nelle preparazioni per il viso : ).

    Risposta
  • 23 luglio 2012 in 15:48
    Permalink

    Ciao,sono alle prime armi,per cui non avendo oli essenziali e avendo letto su parecchi blog sul tema che si possono aggiungere gli aromi per dolci,ho utilizzato un paio di gocce di essenza alla vaniglia.Ma ho letto che contiene 1,2 propilenglicole,sapete qualcosa a riguardo?Grazie 🙂
    icenamed

    Risposta
  • 23 luglio 2012 in 15:58
    Permalink

    a parte che detesto le persone che si "nascondono" dietro l'anonimato soprattutto quando si ha da dire cose magari giuste ma forse di parte (oppure no…mah…)
    Resta il fatto che sono perfettamente d'accordo con Khadi e non avrei nulla da aggiungere in piu' se non il fatto che sicuramente quasi nessuno ha una competenza specifica per l'utilizzo degli oli essenzialie quindi e' sempre bene ricordare a noi tutti spignattatori di non esagerare mai e di informarsi sempre sull'utilizzo di tutto cio' che maneggiamo.

    Risposta
  • 29 luglio 2012 in 22:44
    Permalink

    Gli oli essenziali bisogna farseli da soli con il distillatore e raccogliendo le piante aromatiche.
    Così sei sicuro.
    Così abbiamo iniziato a fare noi, è una spesa ma ne vale la pena.
    E' uno di quei macchinari per l'autosufficienza che serve indubbiamente. Anche acquistarne uno in gruppo e dividersi la spesa.
    Roby

    Risposta
  • 10 settembre 2012 in 12:17
    Permalink

    Ciao!!! anch'io ho fatto il deo spray al bicarbonato e mi trovo davvero bene!! la mia ricetta è:
    – una soluzione satura di bicarbonato di sodio c.a. 80/100ml
    -1 cucchiaino di olio di mandorle dolci (per mantenere la pelle morbida e poi è ricco di vitamina E a piacere)
    -2 gocce di olio essenziale di geranio
    -3 gocce di olio essenziale di tea tree (antibatterico)
    -2 gocce di olio essenziale di limone
    -2 gocce di olio essenziale di elicriso (ha la proprietà di regolare la sudorazione)
    -1 goccia di olio essenziale di cannella o lavanda (a piacere)
    Ho letto poi che gli olii essenziali non fanno molto bene, la mia ricetta non mi ha mai dato fastideo o problemi e la uso da 2 mesi…
    Spero possa esservi utile! 🙂
    Molly

    Risposta
  • 28 settembre 2012 in 7:55
    Permalink

    ciao ragazze!!!uso il bicarbonato in polvere,così come esce dalla scatola,come deodorante ormai da tre anni!Maleodore ascellare eliminato!A volte sento un pò di secchezza,ma risolvo con qualche giorno di astinenza da bicarbonato,e tutto torna come prima!!!

    Risposta
  • 1 ottobre 2012 in 11:41
    Permalink

    @Molly, grazie per la ricetta!

    @Domenica, devo dirti che a me di tanto in tanto dà problemi anche questo spray (soprattutto d'estate)e quindi lo alterno con quello gel.

    Risposta
  • 1 marzo 2013 in 9:52
    Permalink

    No Marika, il conservante qui non serve perchè il bicarbonato crea un ambiente basico che allontana i batteri.

    Risposta
  • 19 maggio 2013 in 8:19
    Permalink

    Scusate, ma 16-20 gocce di olio essenziale di lavanda in 90ml non sono troppe? Ho paura di esagerare o aver problemi…

    Risposta
  • 4 agosto 2014 in 15:40
    Permalink

    uso questo tipo di deodorante ormai da qualche anno..
    e finalmente ho deciso di ringraziarti per la dritta!
    in rete si trovano tante ricette ma per me proprio la tua è risultata più chiara ed esaustiva.
    le mie osservazioni sull'utilizzo sono:
    – meglio non usarlo subito dopo la depilazione.. irrita la pelle, quindi lo altrno con una crema di una marca eco-bio.. tu parli del gel.. ma quale gel intendi?
    – gli oli essenziali servono! mi è capitato dalla svista di non metterne a sufficienza, oppure magari rabboccare la boccetta senza aggiungere anche o.e. – risultato – il deodorante funziona peggio! l'odore compare! immagino sia dovuto all'azione antibatterica del tea tree che nel mio caso ha mancato.
    grazie per il tuo blog!

    Risposta
  • 12 agosto 2014 in 20:01
    Permalink

    Ciao cara, grazie a te per gli ottimi consigli!

    Risposta
  • Pingback: Detersivo in gel al bicarbonato per bagno e cattivi odori – SonoBio… a modo mio

  • Pingback: Cosmesi facile: colluttorio fai da te al bicarbonato – SonoBio… a modo mio

  • Pingback: Deodorante delicato per donne in gravidanza – SonoBio… a modo mio

  • Pingback: Come fare un profumo solido [video] – SonoBio… a modo mio

  • Pingback: Deodorante spray fai da te all’acido citrico – SonoBio… a modo mio

  • Pingback: Lista di ricette cosmetiche facili per principianti – SonoBio… a modo mio

  • Pingback: Deodorante Fai da Te Aloe e Bicarbonato [videotutorial] ~ SonoBio a Modo Mio

  • Pingback: Come usare il bicarbonato di sodio per le pulizie di casa (8 ricette) ~ SonoBio a Modo Mio

  • 23 marzo 2017 in 16:23
    Permalink

    Tempo fa avevo smesso di usare il deodorante commerciale preoccupata per l’inci e la zona delicata su cui si mette. Ho provato l’allume di rocca, ma proprio non mi sono trovata. Ricomincerò con questo deodorante, perché è il più semplice che ho trovato! Il cremino con l’olio di cocco dev’essere meraviglioso, ma non ho niente in casa per pedurmelo! Mi procuro uno spruzzino e parto!

    Risposta
    • 23 marzo 2017 in 23:05
      Permalink

      sìììììì!!! Dai!
      Anch’io anni fa provai l’allume di rocca e non mi sono trovata bene, su di me era del tutto inutile : /
      Se vedi che non ti trovi con il bicarbonato, prova acido citrico o succo di limone come primo tentativo. Sono in tante a trovarsi meglio con prodotti acidi piuttosto che basici, non è il mio caso, però magari potrebbe essere il tuo. Poi fammi sapere!!!!!! Ti aspetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: