Audiocorso di Saicosatispalmi in 10 punti

Se decidessi di raccogliere tutto il materiale accumulato finora  in modo da avere una sequenza di informazioni di spessore e difficoltà via via crescenti, questo sarebbe uno dei primi post.

Un vero e proprio corso base per chi inizia o (anche) per chi ha già iniziato ma non ha seguito un metodo nel proprio itinerario formativo.

Un audio da ascoltare e riascoltare con molti consigli utili da tenere sempre a mente.

L’audio è di Barbara di Saicosatispalmi e contiene molti punti più volte toccati nei post di questo blog.
Abbiamo raccolto i suoi consigli in dieci punti, per tenere sempre bene a mente il nostro memorandum di battaglia.

Vediamo quali sono.

1. Fare attenzione alle ricette che si trovano in giro anche su siti che riteniamo attendibili e provarle solo nel caso in cui si sia in grado di valutare la realizzabilità delle ricette proposte.

2. Prima di prendere ispirazione dalle ricette trovate per caso sul web cercare di acquisire le basi informandoci e studiando per bene le ricette e le soluzioni proposte dai siti attendibili.

3. Quali sono i siti attendibili?

Barbara cita i seguenti, gli stessi a cui questo blog fa costante riferimento:

Forum di Lola
Promiseland
Canale di Carlitadolce
Forum di Saicosatispalmi

4. Alcune indicazioni utili su emulsioni e conservanti.

5. Ricordare che la chimica non va demonizzata. Senza chimica non esisterebbero nemmeno i cosmetici ecobio! Il sapone, per esempio, è formato da una reazione chimica ma è completamente biodegradabile.

6. Nell’utilizzo dei saponi bisogna sempre tener presente che il sapone è una sostanza alcalina, avendo un ph basico non va bene con la nostra pelle e soprattutto con i capelli, a meno che non usiamo accorgimenti specifici per riequilibrare il ph.

7. In lavatrice le scaglie di marsiglia al posto del detersivo per lavatrice tenderà a fare ingrigire i nostri panni.
Ehm… un altro mito distrutto ; ).

8. Ci sono ricette molto semplici senza parte acquosa che spesso vengono proposte come “creme” per il viso, per il corpo etc. In realtà si tratterebbe invece di pomate o unguenti, che non idratano e seccano la pelle ancora di più. Per ottenere un effetto idratante un unguente va usato come un normale olio e cioè preparando la parte da spalmare bagnandola con acqua, idrolato, gel di acido ialuronico, gel d’aloe vera o altra sostanza umidificante.

9. Per spignattare decentemente lo studio è necessario.

10. chi non ha voglia di leggere e studiare può comunque seguire le ricette testate che si trovano sui siti attendibili, evitando di inventare : ).

I dieci punti elencati sono tratti dall’utilissimo audio che segue che consiglio con tutto il cuore di ascoltare.

Grazie Barbara!

Argomenti correlati:
Emulsione senza emulsionante 
I pericoli del fai da te: aceto di mele
I pericoli del fai da te: miscele esplosive
I pericoli del fai da te: le piante medicinali
6 regole base per un utilizzo consapevole degli olii essenziali
I pericoli del fai da te: foglie di fico

8 pensieri riguardo “Audiocorso di Saicosatispalmi in 10 punti

  • 15 settembre 2011 in 11:17
    Permalink

    Il punto 8 però non trova d'accordo Fabrizio Zago di Promiseland, che afferma anche lui qualcosa che fa riflettere: la pelle non assorbe acqua, altrimenti per idratarsi basterebbe bagnarsi! Dunque lui smonta questa cosa che è necessario usare acqua+grassi, e afferma che per lui sono sufficienti i soli grassi, che, impedendo l'evaporazione, fanno sì che l'acqua normalmente presente nella nostra pelle non si asciughi. Detto ciò, anch'io constato l'insufficienza dei soli grassi come coadiuvanti dell'idratazione. Boh, è un discreto ginepraio! 🙂
    Ciao!

    ila

    Risposta
  • 15 settembre 2011 in 15:48
    Permalink

    Grazie mille Ila, utilissima informazione e utilissimo link.

    Sinceramente però sono perplessa anch'io: per un anno intero ho usato sulla pelle solo oli (burro di karité, olio di avocado etc.) e, ad un certo punto, ho dovuto comunque cercarmi una soluzione alternativa perchè avevo la pelle secchissima.

    Ovviamente la secchezza magari poteva dipendere dall'età, dal tipo di pelle, dalla quantità di calcare che c'è nell'acqua che si usa per lavarsi e da tanti altri fattori, però fatto sta che da quando uso soluzioni alternative il problema della secchezza si è risolto, in particolare con la base di gel di acido ialuronico e eventuale olio spalmato sopra.

    So comunque di altre donne o ragazze più o meno giovani che usano olio puro sul viso senza notare nessun effetto di secchezza e ne hanno anzi giovamento. Effettivamente anche per me all'inzio è stato così. Non saprei…

    Magari per saperne di più potremmo fare un sondaggio e raccogliere un po' di testimonianze ; )

    Vedremo…

    Risposta
  • 15 settembre 2011 in 16:18
    Permalink

    Io sono dell'idea che non siamo tutti uguali e di conseguenza anche l'effetto di determinati prodotti può non avere lo stesso risultato. ad esempio, l'olio di cocco sui capelli dovrebbe renderli setosi e morbidi (in impacco sui capelli bagnati prima di lavarli), a me li rende più secchi, ma su altre donne l'effetto è bello bello, ecco perchè dobbiamo provare e tentare fino a quando sarà la nostra pelle a dirci (se la sappiamo ascoltare) qual'è il prodotto adatto.

    Risposta
  • 15 settembre 2011 in 18:41
    Permalink

    penso anch'io come alessandra che non siamo tutti uguali..tempo fa una ragazza di youtube parlava del butto di karitè nelle mani per combattere le screpolature. lei lo applicava puro. io ho fatto lo stesso e niente le mani mi rimanevano secche. idem quando metto solo olio sulla pelle.. la pelle si unge sembrando idratata ma dopo che svanisce è di nuovo secca. questo non accade con le creme (che contengono acqua+olio) forse quindi è un po' soggettiva la cosa..

    Risposta
  • 15 settembre 2011 in 19:14
    Permalink

    A proposito di soggettività, proprio oggi sulla pagina FB di Saicosatispalmi ha lasciato il link ad un articolo su cui vale la pena riflettere: Funzionano o no, queste creme anti-rughe?

    Ad un certo punto Riccarda Serri, l'autrice dell'articolo dice:
    "…è la pelle che deve scegliere ciò che più le si addice (non dimentichiamo che la cute è intelligente, e che la derivazione dell’epidermide, nell’embrione, è la stessa del sistema nervoso centrale!)".

    Com'è vero! : )

    Un'altra nota: proprio adesso tornando sulla pagina di Saicosatispalmi per ritrovare il link, ho visto che solo fino a mezzanotte di oggi c'è uno sconto del 10% per festeggiare i 5000 iscritti della pagina… 🙂 Spero che la info sia utile: questo blog è di parte e pubblicizza con tutto il cuore a gratis le attività abruzzesi di un certo spessore ; ).

    @Ale… perdonami per il ritardo!! Ho spedito solo oggi… Fammi sapere se e quando ti arriva il pacchettino, ok?

    Risposta
  • 16 settembre 2011 in 14:50
    Permalink

    Non preoccuparti Khadi, sto imparando l'arte della pazienza e i miei limiti sono ancora lontani ^_^
    appena arriva ti informerò. ciao e grazie ancora

    Risposta
  • Pingback: Crea da sola le tue creme – Corso di Cosmesi Fai Da Te – SonoBio… a modo mio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: