Tonico all’aceto di mele con acido ialuronico

tonico-aceto-di-mele

Il mio tonico all’aceto di mele nasce come esfoliante leggero e rigenerante della pelle. Qualche sera fa Cristina su Facebook si chiedeva dove comprare o come fare un’acqua di camomilla, così – a proposito di tonici per il viso – mi sono accorta di non aver ancora postato una delle ricette estive che sto usando di più: il tonico all’aceto di mele con acido ialuronico.

La ricetta è semplicissima. Eccola!

Tonico all’aceto di mele con acido ialuronico

Ingredienti:

  • acqua minerale (con residuo fisso inferiore a 0,50) a 100
  • aceto 10
  • gel di sodio ialuronato all’1%  3
  • conservante idrosolubile Feog 0,6 (16 gtt.)
  • olio essenziale di lavanda 6 gtt.

Ne ho fatto 100 ml a metà luglio e anche se non l’ho tenuto in frigo dopo due mesi è ancora in perfette condizioni.
Tuttavia riducendo la quantità di aceto, ho dovuto necessariamente aggiungere il conservante!

Il tonico all’aceto di mele classico prevede addirittura un 25-30% di aceto.
Sinceramente ritengo che sia troppissimo!

Anche con una quantità notevolmente inferiore cme questa il pH finale del tonico si aggira intorno a 3-3,5 ed è già bassissimo.
Potrebbe addirittura esserci rischio di ustioni!

Proprietà degli ingredienti scelti

  • L’aceto disinfetta ed ha un effetto cheratolitico (ha cioè la funzione di sciogliere la parte più superficiale della pelle favorendo il rinnovamento cellulare).
  • L’acido ialuronico ha funzione idratante e l’ho messo per riequilibrare l’effetto purtroppo disseccante dell’aceto.

Precauzioni d’uso

Il tonico all’aceto di mele va applicato esclusivamente sulla zona a T e solo la sera, mai quando si prevede un’esposizione del viso al sole.
Dopo l’applicazione del tonico è bene applicare una crema idratante.
Nel caso in cui si avverta un pizzicorio sciacquare subito il viso con acqua fredda.

E tu? Che tonico stai usando?

8 pensieri riguardo “Tonico all’aceto di mele con acido ialuronico

  • 20 settembre 2011 in 13:11
    Permalink

    Il mio tonico preferito rimane sempre quello all'acqua di rose….sarà forse per l'età ahahahahah avendo superato gli 'anta la mia pelle benificia notevolmente delle proprietà delle rose.

    Risposta
  • 20 settembre 2011 in 14:22
    Permalink

    Io uso quello per pelli grasse di Fitocose, ma la mia fronte continua impunemente a secernere oli e grassi da far invidia a una friggitoria! :-S (scusate se sono trash!)

    ila

    Risposta
  • 21 settembre 2011 in 7:59
    Permalink

    @Lalla, a propostito di 'anta forse allora anche per me è più adatta l'acqua di rose… infatti è per questo che ho spiaccicato l'acido ialuronico perfino qui ; )

    @Ale, sono contenta!!! E' una cosina piccolina, ma spero ti piaccia!

    @Ila, si vede che sei ancora giovane… <3 <3 <3 Io spesso ho il problema inverso, della fronte effetto carta vetrata e questo è un sintomo da 'anta, appunto 😉

    Risposta
  • 22 settembre 2011 in 18:02
    Permalink

    ciao, ti ho appena scoperta, adesso ho fretta ma domani vengo a fare qualche giro nel tuo blog, ti metto anche nel mio blogroll, io ne ho due di blog di cucina, ma l'acido ialuronico dove lo posso comprare? un salutone

    Risposta
  • 23 settembre 2011 in 8:42
    Permalink

    Benvenuta Tamtam,
    vengo volentieri anch'io a farmi un giro da te :).
    L'acido ialuronico lo trovi online, su siti tipo:
    dragonspice.de, aromazone, etc.
    Io l'ho preso su zrobsobiekrem.pl.
    A presto.
    khadi

    Risposta
  • Pingback: Come fare un profumo solido [video] – SonoBio… a modo mio

  • Pingback: Lista di ricette cosmetiche facili per principianti – SonoBio… a modo mio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: