L’organizzazione fai da te non fa per me

Non scrivo più su questo blog da circa 15 giorni…

La mia vita quotidiana, da quando è iniziata la nostra “scuola bio”, procede a passi di bradipo.

Inutile dire che, per una persona dalle tendenze organizzative anarcoidi, qualsiasi nuovo impegno sembra abbattersi sulla rutine quotidiana come un cataclisma (a volte anche un bel cataclisma, però, eh!!), portandosi via programmi, liste di cose da fare e buoni propositi.

E poi…

Ultimamente una bellissima combinazione di nuovi aspettati e inaspettati impegni mi ha succhiato giornate intere.

C’è da dire che ho giornate brevi, questo sì.

La mia mattina non inizia tanto presto – sono bradipo, l’ho detto – e la sera ormai arriva talmente tanto presto che le mie giornate a ttive si riducono a 5/6 ore, non di più… niente a che vedere con le 9/10 ore dell’estate.

E allora, giusto per cercare di combattere le tendenze organizzative anarcoidi e rimettermi un po’ in sesto, mi sono andata a rileggere uno stralcio di un ebook che si chiama Zen to done, uno di quei manuali che a me, per il momento, fanno venire la pelle d’oca solo a pensarci.

Nella mia mente me la traduco un po’ così: come perdere tempo a leggere un libro che ti insegna a non perdere tempo… E’ un controsenso, se ci pensi!

Eppure non posso fare a meno di riportarmene un brano:

La tua lista di “cose da fare” è interminabile? Aggiungi qualsiasi attività ti venga in mente alla tua lista, finché la tua mente non sarà completamente libera. Ora scegli solamente le attività a cui tieni veramente, o che devi assolutamente fare, e mettile in una lista separata. Per quanto riguarda le altre attività, cerca di capire se puoi (a) eliminarle, (b) delegarle, oppure (c) metterle momentaneamente da parte in una lista separata. Ora concentrati solo sulla to-do list principale, quella con le attività essenziali. Scegli 3 di queste attività e falle.

Ecco, intanto per cominciare ne scelgo una : fare la mia ennesima lista interminabile… : ))).

Parto sempre da qui, ma generalmente mi fermo prima di scegliere le attività che devo assolutamente fare, perché intanto, mentre scrivevo la mia lista interminabile, la giornata è finita ed io non ho fatto altro che scrivere cose da fare senza iniziare a fare niente…

Sì, lo so.

Sono un caso disperato.

Dovrei ridurre la mia lista delle cose da fare già a monte. Ecco, questo dovrei fare… Ma come si fa?

No! Non dirmi di leggermi un ebook sulla Pnl… la Pnl no, ti prego!!!

–       Rimani focalizzata, concentrati, non perdere di vista i tuoi obiettivi, dai Khadija! Non ti disperdere!!!

–       Sì, ecco… mi focalizzo, arrivo… Ma… Dove sono i miei occhiali: è tutto così sfocato qui!

13 pensieri riguardo “L’organizzazione fai da te non fa per me

  • 15 novembre 2011 in 16:16
    Permalink

    Dai khadi!!! ce la puoi fare!crediamo in teee!! Comunque mi viene in mente un consiglio (forse stupido) da darti: decidi di fermarti un giorno, non pensare a nulla (o almeno cerca),rilassati, non fare nulla, ozia totalmente… e il giorno dopo probabilmente potrai ripartire più carica e vogliosa di recuperare il tempo perduto!! ^_^

    Risposta
  • 15 novembre 2011 in 19:38
    Permalink

    Hahahahaha, fantastico questo post! ho riso, sorriso. Grazie <3

    P.S. soffriamo della stessa sindrome….

    Risposta
  • 15 novembre 2011 in 22:35
    Permalink

    Khadiiiiiiiiiiiiii muoviti e scendi dall'alberello ahahahahhahah fatti un tuffo nella natura…coi colori dell'autunno, l'aria fresca sul viso, il sole pallido invernale ti suggeriranno sicuramente le priorità…..quindi datti una mossa ahahahahahahah
    Lalla

    Risposta
  • 16 novembre 2011 in 8:19
    Permalink

    @Ottimo consiglio Fra, a dire il vero ci provo, di tanto in tanto… ma il risultato non cambia di molto : ))) Dovrò provarci più spesso!!!

    @Ale, devo confessarti che sorridevo anch'io, scrivendo… : )))

    @Lalla, il tuo consiglio in relatà l'ho già seguito, se riesco ne parlo in uno dei prossimi post, dai!!
    Insha Allah !!

    Risposta
  • 16 novembre 2011 in 10:00
    Permalink

    Ho ben presente… Io ho capito che il miglior modo per riuscire a essere attive è incominciare ad attivarsi facendo almeno una cosa e poi il resto viene, tipo effetto domino. L'inattività elucubrante che in certi momenti prende il sopravvento (pure ora) mi porta ad altra inattività…Tipo sto pensando se andare o no in palestra… direi che la smetto di pensare e ci vado!!! Vado vado, sto andando… Ho anche capito che è inutile scrivere le cose che so già di non fare (tipo stirare :))

    Risposta
  • 16 novembre 2011 in 10:42
    Permalink

    Oh sì… "stirare!!!"
    …anche questo… ce l'ho nell'elenco da un po' di giorni (un po' tnati, direi… ehheheh!!!).
    Baci, Emma ♥

    Risposta
  • 16 novembre 2011 in 16:23
    Permalink

    Ahahahah.. Khadi purtroppo non sei l'unica!
    A me capita giornalmente di fare una lista delle cose principali ed ESSENZIALI da fare a casa,fuori,per me stessa.. e poi a che si riduce??? Non ho tempooo!!!!!!!! Ebbene non ce nè,come dici te le giornate sono TROOOPPOOO CORTE!Sarà il cambio dall'ora legale a l'ora solare?? (o viceversa???)
    Un abbraccio a tutte,Cristina.

    Risposta
  • 16 novembre 2011 in 21:42
    Permalink

    ahahahahahah ma come siamo messe tutte quante???? Ragà, siamo belle, giovani e dinamiche quindi vediamo di riprenderci il tempo e giochiamocelo a nostro favore!!! Chi dorme non piglia pesci ahahahahahah e poi non si magna!!!! ahahahahah
    L'inverno è bello quanto l'estate….bisogna solo vederne i lati positivi….quindi forza e coraggio….il mondo aspetta le nostre piccole azioni quotidiane per migliorarsi!!!

    Risposta
  • 17 novembre 2011 in 3:58
    Permalink

    Grazie a Dio!! Allora non sono l'ultima della mia specie!!! 🙂
    Nome scientifico: bradipus super-impegnatus semi-domesticus.

    Risposta
  • 20 novembre 2011 in 12:56
    Permalink

    Non ci crederete!!! ieri il "bradipus super-impegnatus omni-domesticus" (cioè, io!!!) è riuscito a… stirareeeeeee!!!!!!!!!!!!

    …Grandissimo evento!

    Risposta
  • Pingback: Crema viso fai da te contro il torpore invernale ~ SonoBio a Modo Mio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: