Decotto di edera per capelli più scuri e più lucidi

Ci sono vari espedienti di cosmesi fai da te per sfruttare le proprietà cosmetiche dell’edera, di cui abbiamo già parlato.
Possiamo estrarre le proprietà dell’edera realizzando un oleolito, macinando l’edera e utilizzandola fresca come impacco, oppure realizzando un decotto.
Per ragioni di praticità e velocità è questa la soluzione che ho adottato per sfruttare le proprietà della mia edera fresca di bosco.

Vediamo come.

 

Il preparato può essere utilizzato direttamente sui capelli alla fine di ogni shampoo con lo scopo di dare riflessi più scuri e renderli più lucidi, oppure come base per altre realizzazioni di cosmesi fai da te, sia per i capelli che per le cure contro la cellulite.

Il decotto è facilissimo da fare, io lo faccio bollire per circa 40 minuti.
Per le proporzioni faccio ad occhio e sto solo attenta a ricoprire di acqua tutte le foglie.
Ricordo che questo decotto può essere tossico e non si può ingerire, se non sotto controllo medico-fitoterapico.
Una volta raffreddato, si conserva facilmente in boccioni di plastica… congelati!
E’ questa la soluzione che ho scelto, ma ottima anche quella di conservare unendo il preparato con aceto, nella proporzione di due terzi e un terzo, tanto più che, soprattutto come lucidante per i capelli, l’aceto potrebbe fungere da fattore sinergico, riequilibrando il ph dei capelli dopo lo shampoo e rendendoli ancora più lucidi e forti.

Se anche tu usi edera di bosco, non esitare a parlarmi delle tue ricette nei commenti. Ti aspetto!

9 pensieri riguardo “Decotto di edera per capelli più scuri e più lucidi

  • 11 gennaio 2012 in 18:14
    Permalink

    Avevo sentito parlare del decotto d'edera… purtroppo però non ho l'edera 🙁

    Risposta
  • 30 agosto 2012 in 18:00
    Permalink

    Io mi trovo benissimo con il decotto di Edera avendo i capelli scuri lo utilizzo spesso mescolandolo al decotto di salvia sempre per i capelli, che bello leggere il tuo blog ci sono tanti spunti interessanti 🙂

    Risposta
  • 9 settembre 2012 in 7:48
    Permalink

    Contenta che il blog ti piaccia, anche i tuoi lavori sono ottimi spunti per me, finalmente ho la macchina da cucire in casa, mi toccherà mettermi sotto!!!

    Risposta
  • 24 agosto 2013 in 17:14
    Permalink

    ciao Khadi,
    l'edera si mette nell'acqua fredda o già bollente?
    grazie
    Linda

    Risposta
  • 26 agosto 2013 in 5:37
    Permalink

    ok, fatto il decotto.

    Ma mettendone il quantitativo che ho letto in giro (tu non ne parlavi e ho letto una manciatona in due litri di acqua), non è venuto niente di che.. peccato…

    Però ho letto che si potrebbe utilizzare come henné, una volta essiccata e resa fine-fine..
    Mi chiedo però se valga la pena, e se abbia le stesse buone proprietà del famigerato H.

    ciao..
    Linda

    Risposta
  • 26 agosto 2013 in 9:51
    Permalink

    beh, io di edera ne metto tanta, metto le foglie pressate e poi le ricopro di acqua, mi viene un decotto molto denso.
    Cmq non colora assolutamente i capelli. Certo sì, fa molto bene, specie se unito con aceto ma non colora proprio, quindi non ha senso usarlo al posto del henné… magari insieme sì. Spesso io metto il gel o il decotto nell'impacco di henné e mi trovo bene : ).

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: