Cosa sono i “mono e digliceridi degli acidi grassi” e perchè li evito

Talasso scrub alla fragola? Bagnoschiuma-scrub all’amarena?? Maschera viso all’anguria???
No, niente di tutto questo.
Granita fatta in casa al gusto di carcadé : ).

Questa volta parliamo di cibo, cibo confezionato. E di quello che contiene o può contenere.
In particolare dei misteriosi “mono e digliceridi degli acidi grassi”.

Premessa

Anche le etichette del cibo recanti gli ingredienti presenti nella confezione, come quelle dei cosmetici, hanno spesso diciture incomprensibili e ignote.
Una delle tante che troviamo pressoché ovunque è la dicitura “mono e digliceridi degli acidi grassi“.
A volte gli ingredienti scritti per esteso vengono addirittura sostituiti da numeri, nel nostro caso al posto della scritta “mono e digliceridi degli acidi grassi” avremo il codice E 471, che è la stessa cosa.
Ma di cosa si tratta esattamente?

Cosa sono i “mono e digliceridi degli acidi grassi”

In realtà non sappiamo esattamente cosa ci sia dietro queste diciture.
I “mono e digliceridi degli acidi grassi” sono sostanze che servono per emulsionare un prodotto. Compaiono in moltissimi alimenti, creme spalmabili, cioccolata e soprattutto gelati. Sono davvero pochissime le marche di gelato che non contengono questo ingrediente, è incredibile!

Da cosa si ricavano

Proprio come la gelatina, i mono e digliceridi degli acidi grassi si possono ricavare sia dagli scarti della macellazione animale che da fonti di origine vegetale.
Per “scarti della macellazione animale” si intendono ossa, pelle, peli, grasso superficiale e tutto quello che, anche chi non è musulmano e nemmeno vegetariano non si sognerebbe mai di mangiare o di utilizzare per ricavare alcunché.

I mono e digliceridi degli acidi grassi possono essere di origine vegetale?

Penso sia inutile precisare come, nella maggior parte dei casi, la fonte vegetale sia spesso resa evidente in etichetta. Quindi la possibilità che la ditta X usi i “mono e digliceridi degli acidi grassi vegetali” senza indicarne la specificità in etichetta è pressoché nulla.
Anche marche che vantano attenzione alla leggerezza e alla sensibilità vegana, come per esempio Valsoia, non si preoccupano di eliminare questo disgustoso ingrediente dalle proprie preparazione e così paradossalmente lo ritroviamo anche per esempio nel gelato senza latte a base di latte di soia…
Per evitare  di acquistare un prodotto che contiene un derivato della carne ci si ritrova con un gelato emulsionato con il grasso ricavato dai peli, dalle ossa e dalla pelle di una mucca, di un pollo o di un maiale. Davvero paradossale!

Perchè li evito

Come probabilmente sai già la mia attenzione non è dettata dalla scelta di una alimentazione vegan, ma islamica. Evito le sostanze di origine animale presenti nei cibi confezionati soprattutto perchè potrebbe trattarsi di carne suina, alimento notoriamente vietato ai musulmani.

Conclusione

Quindi non mangio più gelati confezionati.
L’unico gelato acquistato che mi concedo è quello alla frutta (non tutta la frutta però, ma solo alcuni gusti) della gelateria sotto casa mia di cui abbiamo avuto modo di verificare gli ingredienti.
Ovviamente, dittatrice come sono, obbligo anche tutta la famiglia a fare altrettanto, con grande iniziale dispiacere del Fiore mio, che ormai  però è la prima a leggere le etichette e a segnalarmi qualche dicitura che mi era sfuggita. L’attenzione della gioventù, che ci vuoi fare!

Una nuova autoproduzione

E così il gelato ormai dobbiamo farcelo in casa, se vogliamo sapere che cosa stiamo mangiando, ecco! Per amore o per necessità si parte con una nuova autoproduzione: vediamo cosa ne viene fuori ; ).

p.s. se ti piace quello che scrivo, condividilo!

 

2 pensieri riguardo “Cosa sono i “mono e digliceridi degli acidi grassi” e perchè li evito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: