Come tingere i capelli e curarli con un impacco di henné

Come integrare la ricetta base della tintura naturale di henna per ottenere un risultato ottimale e curare il cuoio capelluto e i capelli.

Non sempre abbiamo tutto il tempo che vogliamo per occuparci di noi stesse e dedicarci a impacchi pre shampo e post shampo, massaggi, lozioni, scrub e maschere capillari.

Nella maggior parte dei casi dobbiamo cercare di fare tutto in uno e così il nostro pomeriggio libero è dedicato a fare il colore, la maschera, l’impacco, lo scrub e la piega.

Di seguito alcuni consigli sui facili trucchi da utilizzare per fare di un semplice impacco colorante, anche un ottima maschera per i capelli che sia anche curativa per il tuo problema specifico.

Per chi ha i capelli secchi un ottimo rimedio naturale è quello di aggiungere olio di sapote oppure olio di argan alla preparazione di base. Ottimi risultati si ottengono anche aggiungendo olio essenziale di ylang ylang.

Chi ha i capelli grassi, invece, può ottenere beneficio aggiungendo alla mistura aceto, oppure un infuso di rosmarino al posto dell’acqua, o ancora olio essenziale di rosmarino.

Chi ha problemi di caduta, può preparare un impacco aggiungendo uno o due cucchiai di oleolito di aglio all’impacco se ha i capelli secchi, oppure decotto di aglio al posto dell’acqua se ha i capelli grassi. Ovviamente in questo caso la puzza è notevole e difficilmente si riesce a tenere l’impacco sulla testa per il tempo necessario. Si può risolvere il problema, evitando l’aglio e utilizzando olio di ricino, con qualche problema in più per le tasche e qualche shampo in più per chi ha i capelli grassi : ).

Per ammorbidire i capelli e renderli voluminosi si può aggiungere un cucchiaio di yogurt magro.


Per rendere setosa la capigliatura si può preparare un “blob” con 100 ml di acqua e due cucchiaini di lecitina di soia da aggiungere a integrazione dell’acqua della ricetta base.

Tra gli oli essenziali che si possono integrare nell’impacco oltre all’olio di ylang ylang per i capelli e secchi e olio di rosmarino per quelli grassi, abbiamo l’olio essenziale di origano per favorire la
ricrescita dei capelli, quello di tea tree per eliminare la forfora, mentre con quello di  limone possiamo ridare lucentezza al
capello aiutandoci ad eliminare il sebo in eccesso.

7 pensieri riguardo “Come tingere i capelli e curarli con un impacco di henné

  • 20 settembre 2013 in 9:04
    Permalink

    a me ha rovinato i capelli….nonostante facessi l'henne con olio bio perchè son secchi rimanevano duri!! ora uso uno shampo colorante naturale euna maschera e sono ritornati belli

    Risposta
  • 20 settembre 2013 in 11:08
    Permalink

    Faccio l'ennè da diverso tempo sono ( o meglio ero) castana e l'ennè mi colora i capelli grigi di un ber color rame che alternati a quelli ancora scuri creano un bellissimo effetto cromatico .Le mie colleghe non credono che sia solo l'effetto dell'ennè e io le lascio scherzosamente nel dubbio.grazie per i consigli di questo articolo

    Risposta
  • 2 ottobre 2013 in 11:11
    Permalink

    ciao Vale l'henné èiace molto anche a me : )

    @Ayshe, mi sa che tu sei davvero tutta al contrario!!! ihhih!!! salem <3

    @Anonima, grazie a te per la visita e il contributo.

    A tutte, scusate per il ritardo della risposta, un abbraccio!
    k.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: