Thalasso Scrub al sale marino integrale e zucchero di canna

Anche oggi una nuova e bellissima ricetta dal gruppo Autoproduzione facile dalla A alla Z .

La ricetta originale è di Rita, ma testata e condivisa nel gruppo da Paola, che ci ha regalato la foto di questo super-scrub di un bellissimo e freschissimo verde menta.

Trovi qui di seguito questa versione  del Thalasso scrub, facilissima da fare anche per chi non autoproduce cosmetici in casa.
Si tratta di una combinazione dalla granulosità perfetta a cui, dopo tante prove, anch’io ero pervenuta in maniera autonoma, anche se utilizzando altri oli. Si tratta quindi una miscela ampliamente testata (anche se – a dire il vero – io uso sale marino normale, non integrale), molto efficace contro problemi di cellulite e inestetismi della pelle. Ottimo anche come esfogliante pre-epilazione.

Di tempo ne è passato davvero tanto da quando – tutta scettica – ho scritto il mio primo post sugli scrub. All’epoca utilizzavo solo ghassul (ghasul – rhassoul – rhasul o comunque tu voglia traslitterarlo dall’arabo), non avevo idea di quali prodotti ci fossero in commercio, non avevo idea di cosa fosse un “Thalasso scrub” e – per giunta – non ero molto disposta a cambiare le mie abitudini.

Ma la voglia di sperimentazione ha vinto sull’abitudine ed ora utilizzo molto più il sale del ghassul, anche per la difficile reperibilità a basso costo di quest’ultimo.

Con il tempo ho scoperto che scrabbare la pelle del corpo delicatamente, abbinando l’esfoliazione leggera con gli oli giusti ci aiuta a mantenere il corpo nutrito e idratato, tanto che non si ha praticamente più bisogno di spalmarsi creme, che non siano quelle funzionali per risolvere problemi specifici.

Ricetta Thalasso Scrub al sale marino integrale e zucchero di canna

Sale marino integrale grosso 1 cucchiaio
Sale marino integrale fino 4 cucchiai
Zucchero di canna 2 cucchiai
Olys 4 cucchiai
Olio di mandorle 2 cucchiai
Olio di riso 2 cucchiai
OE tra rosmarino, limone e Tea Tree 40gtt
Colorante verde

Miscelare tutti gli ingredienti tra loro e sistemarli in un barattolino.
Si tratta di una miscela che si conserva senza problemi.

Personalmente preferisco una quantità notevolemnte minore di oli essenziali, tipo la metà.

Come si usa

Dopo aver terminato la doccia ed esserti risciacquata, prendi una manciata di questo sale e spalmatelo a partire dalla caviglia, andando verso l’alto, massaggiando delicatamente con movimenti circolari. Ripetere l’operazione per ogni gamba tutte le volte che vuoi, ma non meno di tre che è il minimo per ottenere un qualche risultato. Insisti particolarmente con i massaggi nelle zone più colpite dalla cellulite.

Note

Devo ammettere che la sezione scrub di questo blog è molto carente, nonostante finora ne abbia utilizzati parecchi. Per ragioni di tempo sai che in questi anni non sono riuscita a postare tutte le mie ricette e i miei esperimenti e forse è anche meglio così: non tutto quello che si fa, si dice… A volte ho fatto anche pastrocchi, ehheh….

Sugli scrub, però, ci sarebbe un intero libro da scrivere, un libro molto bello: ci accontenteremo di un post o di un breve pdf, vedremo inshaAllah : ).

Intanto un piccolo riassunto di quel poco che c’è.

Spero che questi spunti stuzzichino la tua fantasia, anche se non hai mai autoprodotto cosmetici e, per il momento, non ci stai nemmeno pensando.

Autoprodursi uno scrub in casa è un ottimo modo per iniziare a “fare a meno di…”.

3 pensieri riguardo “Thalasso Scrub al sale marino integrale e zucchero di canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: