Cosmesi facile: colluttorio fai da te al bicarbonato

Il colluttorio al bicarbonato fai da te, di cui qualche giorno fa ho postato la foto su Facebook, ha avuto un grandissimo successo, un successo che non mi aspettavo. Alcune ragazze mi hanno esplicitamente chiesto di scrivere un post dedicato sul colluttorio al bicarbonato qui sul blog in modo da dare maggiori informazioni su questo prodotto e su come farlo.

L’idea del colluttorio al bicarbonato è di Alessia di Casaorganizzata che a sua volta si è basata su due studi sulla salute dei denti, uno italiano e l’altro svedese.

Trovo che questo colluttorio fai da te sia un’idea geniale, perchè si tratta di una ricetta cosmetica semplice, economicissima e molto molto efficace.

Vediamola.

Colluttorio al bicarbonato fai da te – La ricetta

Ingredienti necessari

– Un bicchiere di acqua
– Due cucchiaini di bicarbonato di sodio
– 10-15 gtt. di olio essenziale di menta
– Una puntina di coloronte alimentare verde (facoltativo)

Come fare

1- Prelevare la quantità di acqua necessaria e portarla ad ebollizione. Lasciarla bollire per 5 minuti, in modo che la carica batterica si abbassi e si abbia un’acqua di partenza più sicura dal punto di vista igienico.

2- Aspettare che l’acqua si raffreddi un po’ e poi preparare la soluzione satura di bicarbonato versando i due cucchiai di bicarbonato nell’acqua e girando di tanto in tanto.
Quando solo una piccola quantità di bicarbonato resta sul fondo e l’acqua ha incorporato la maggiore quantità di bicarbonato possibile, abbiamo ottenuto una soluzione satura di bicarbonato, che è ciò che ci serve.

3- Una soluzione satura di bicarbonato infatti è un preparato che avendo un pH basico non solo risulta difficilmente attaccabile dai batteri, ma è anche enormamente efficace contro di essi. Per questo i cosmetici fai da te realizzati a partire da una soluzione satura di bicarbonato, come per esempio il deodorante al bicarbonato, non hanno bisogno di conservante.

4- Versiamo la soluzione satura di bicarbonato in una bottiglietta apposita facendo attenzione a non versare nella bottiglietta anche il residuo di bicarbonato rimasto sul fondo.

5- Aggiungiamo le gocce di olio essenziale di menta ed eventualmente anche il colorante alimentare. Chiudiamo il tappo della bottiglietta e sbattiamo per bene in modo che oli essenziali e colorante si mescolino per bene.

Il colluttorio è pronto!

Ricordati di agitare bene prima dell’uso in modo che gli oli essenziali che non sono perfettamente disciolti si distribuiscano quanto più possibile in maniera uniforme.

 ✔ Se non hai olio essenziale di menta, puoi utilizzare oli alternativi come olio essenziale di salvia o di eucaliptus. Ricordati però che sia l’olio essenziale di salvia che quello di eucaliptus possono essere tossici se utilizzati per via orale e vanno quindi usati con cautela e assolutamente evitati in gravidanza.

Le mie impressioni

Uso questo colluttorio già da qualche mese ed è il colluttorio con cui mi sono trovata meglio tra tutti quelli che ho provato finora, anche rispetto ai costosi prodotti farmaceutici.
Avendo problemi di gengive sensibili ho testato vari rimedi e con questo mi sono trovata molto bene.
Ringrazio Alessia per lo spunto e per la ricetta.

Se il post ti è piaciuto, ricordati di condividerlo con gli appositi pulsanti che trovi qui sotto.

 

3 pensieri riguardo “Cosmesi facile: colluttorio fai da te al bicarbonato

  • 12 marzo 2015 in 18:51
    Permalink

    molto utile. Oggi stavo proprio pensando a farmi un colluttorio, capita proprio a fagiolo :-)!!!! io non ho l'oe di menta ma di salvia, cercherò di starci attenta ;-). Poi domanda il bicarbonato non è dannoso per lo smalto dei denti anche se non si sfrega??

    Risposta
    • 20 marzo 2015 in 11:35
      Permalink

      Bella domanda! Dovrei approfondire ulteriormente, ma da quello che ho capito finora ciò che è dannoso per lo smalto è questa reazione che avviene nel moemnto in cui il bicarbonato che ha un pH basico entra in contatto con un elemento a pH acido e quindi… "frizzica".
      Questo di fatto non avviene quando metti la soluzione satura in bocca, o meglio avviene ma non è una cosa così potente, almeno – ti ripeto – questo è ciò che ho capito finora.
      Sarebbe comunque interessante approfondire l'argomento direttamente da qualche ricerca scientifica. Vedremo : ) E grazie per lo spunto : D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: