Quanto si risparmia con la cosmesi fai da te?

Quando ho iniziato a farmi i cosmetici in casa ero convintissima di risparmiare chissà quanto, spendere poco, non comprare più regali e regalare cosmetici fai da te a tutte le mie amiche, cognate e cugine e non comprare più nulla nei supermercati e/o nelle profumerie/erboristerie.

Beh, voglio dirti la verità: non è così!

Se pensi di risparmiare spignattando tutto quello che ti serve sei veramente fuori strada e ti spiego perché.

La mia esperienza

La cosmesi fai da te mi piace, ma potrei smettere di farmi i prodotti da sola e non ne soffrirei.
Non ne uso chissà quanti, di prodotti. Attualmente non sarei in grado di farti un post al mese con “i prodotti del mese”, a meno di non usarne uno sputo di ognuno e poi buttarli via o regalarli e mi chiedo incessantemente come fanno le ragazze che hanno blog con una recensione al giorno, dove trovano il tempo, la voglia e l’energia per spalmarsi tutta quella roba in faccia e sul corpo e poi – dico – ma chi glielo fa fare?


Ho 45 anni, mi sono spalmata pochissimo, ma non per questo ne mostro 90.
Mi sono anche truccata pochissimo, quando il make-up era davvero robaccia e questo è stato sicuramente un bene.
Se comprassi tutti i prodotti che mi servono, scrub compresi, spenderei forse sui 100 euro all’anno massimo che è più o meno quello che spendo in materie prime.
Considera però che il costo di un prodotto finito comprende anche le spese di “ricerca” e include anche il costo del tempo necessario per la lavorazione.
Allo stesso tempo continuo a comprare comunque qualche prodotto, per esempio uno shampoo, un bagnoschiuma e in generale tutti quei prodotti economici con INCI accettabile che non conviene assolutamente autoprodurre. Se li autoproduco è solo per prova o per sfizio. Quindi, in realtà, spendo molto più di 100 euro all’anno.
Ne spenderei di meno, se le materie prime fossero eterne.
E non spenderei altri soldi in regali vari, se i prodotti fai da te fossero universalmente graditi a chiunque, ma non posso imporre i miei gusti ad amiche a parenti e far loro regali che piacciono solo a me e non a loro.

Quindi, quanto si risparmia con la cosmesi fai da te?

Beh, mi duole dirlo, ma devo ammettere che in generale non si risparmia. Anzi.
Io sono una che non spende, eppure uno o due ordini all’anno di materie prime li faccio e non compro chissà cosa, le mie liste della spesa raramente contengono gli attivi stratosferici ultimi ritrovati di cui tanto si parla in giro, evito perfino di comprare tutta la gamma di oli che sarebbero necessari per una cascata decente, preferendo la funzionalità degli oli alla cascata di grassi perfetta e quindi – lo confesso – spignatto in un modo “arrangiato” e le mie ricette non sono ricette da professionista.
Per esempio finora – non ci crederai – non ho mai comprato Q10, nanosomi e acidi… eppure ho comunque speso un sacco di soldi.
Molti prodotti sono ancora lì, perchè non mi faccio valanghe di creme all’anno. Sono ancora lì, e sono le mie materie prime di due, tre o quattro anni fa ma sono scadute e non posso usarle più. Non le butto perchè mi piange il cuore… ma son lì buttate e tant’è…

Come risparmiare con la cosmesi fai da te?

Risparmiare si può, ma non certo come pensi tu. Scordati di “farti tutto da sola”. Pensa invece a farti le cose base: gli scrub, i tonici, i gel, le creme, sì, ma quelle con pochi o niente attivi. Se vuoi una cosa specifica compratela perchè, acoltami, non riuscirai ad usare tutta quella roba prima che scada.
A meno che non fai cose anche per tua sorella, tua mamma, tua cugina, la tua amica e tuo papà… Allora sì, allora ha un senso fare tutti i cosmetici in casa e diventa davvero come fare le torte e mangiarsele insieme e ti viene anche più voglia di fare, rifare e regalare e addirittura capita a volte che siano proprio loro a darti i soldi per comprare le materie prime e quindi così davvero diventa uno spasso.

Le 5 + 1 regole d’oro del risparmio

Quindi, se cominci ad autoprodurti i cosmetici, ricordati:

  1. Non spendere mai più di quello che spenderesti se acquistassi prodotti già pronti;
  2. Tieni d’occhio la data di scadenza dei prodotti e usali prima che sia troppo tardi;
  3. Regala i tuoi prodotti solo alle persone interessate;
  4. Cerca di destare il loro interesse e di spiegare loro in che cosa il prodotto si differenzia dagli altri (leggi anche: come far apprezzare i nostri prodotti homemade a chi non li conosce);
  5. Quando devi fare un prodotto specifico ( contro le smagliature, i capillari o le occhiaie) metti in parallelo quello che dovresti spendere acquistando tutti gli attivi che ti servono per farti il prodotto e quello che spenderesti acquistandone uno già fatto che abbia gli stessi requisiti.

+1. E infine ricordati anche che non si spignatta solo per risparmiare, ma lo si fa soprattutto per amore e per passione e quindi – a questo punto – valuta quanto tu sei disposta a spendere per coltivare il tuo hobbie : ).

5 pensieri riguardo “Quanto si risparmia con la cosmesi fai da te?

  • 15 aprile 2015 in 17:02
    Permalink

    Tante grazie..in effetti che non si risparmiasse lo pensavo anche io e tu me ne hai dato conferma.

    Risposta
    • 30 aprile 2015 in 17:02
      Permalink

      eh già! Grazie a te : D

  • 13 maggio 2015 in 11:20
    Permalink

    Parole sante, ma vuoi mettere la soddisfazione di fare una crema lenitiva con i propri oleoliti o estratti e vedere che funziona meglio di quelle comprate? Se poi si mette in conto anche solo l'olio che si usa per fare gli oleoliti verrebbe davvero da dire: chi me lo fa fare?

    Risposta
  • Pingback: Idroglicerinato classico: ricetta – SonoBio… a modo mio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: