Haul ordine AromaZone Dicembre 2014

Devo confessare che parlare dei miei acquisiti mi scoccia notevolmente, non sono portata per le recensioni, lo devo ammettere.
Quello che penso – in tutta sincerità – è, in sintesi:
<< A chi interessa “cosa ho comprato, quanto l’ho pagato, come mi sono trovata?” >>.
E invece no!
Sembra che questa cosa interessi a moltissima gente, tanto che sin da quando questo blog ha iniziato a muovere i primi passi ci sono sempre state ragazze che mi hanno scritto per chiedermi dove ho comprato questo o quello, dove fare il primo ordine, come mi sono trovata con i prodotti di Aroma-Zone e come con quelli del Sito Polacco e così via.
E quindi eccomi partire a ritroso e cioè dall’ultimo (anzi penultimo ordine) di materie prime cosmetiche per illustrarvi cosa ho preso e perchè, quanto ho pagato come mi sono trovata e cosa penso per esempio di… AromaZone.
Dalla mia vacanza in Algeria ecco il post; pronto gia’ da qualche tempo e in attesa di pubblicazione.

Come ordinare dal nuovo sito di Aroma-Zone

Per spiegare come ordinare dal nuovo sito di AromaZone puoi consultare questo video:

Cosa ho preso da Aroma Zone  e perchè

In breve, ecco la mia lista della spesa : )

Il pacco

Il pacco di AZ è sempre fatto molto bene, carino e compatto. E’ sempre una gioia grande vederlo arrivare a casa!

La carta

La confezione è sempre riempita con una bellissima carta pacco ottima da
riciclare per reimpacchettare i nostri spignatti da regalare.

 

 I cataloghi

Come consigliato nel video ho richiesto i cataloghi, sia in francese che in italiano. Certo, guardarseli è un po’ un colpo al cuore ad ogni pagina, perchè vien voglia di comprarsi tutto, ma averli è sempre utile per valutare con ponderazione al volo un acquisto.

Questa volta insieme ai cataloghi ho ricevuto una bellissima sorpresa: un quadernino pieno di fogli bianchi su cui scrivere le mie ricette. Davvero bello!

 

Olio vegetale di rosa mosqueta Bio

Questo olio mi mancava, non avevo mai avuto modo di provarlo, ma una cicatrice della mia piccola e la necessità di realizzare un bel corposo gel antismagliature veramente efficacemi ha spinto a fare l’acquisto. Nonostante sia passato già un po’ di tempo sinceramente non mi sono ancora fatta un’idea sulle effettive tanto decantate proprietà cicatrizzanti, antismagliature e antiage di questo olio considerato così speciale. Sinceramente, per il momento, mi sembra che mettendolo a confronto con il meraviglioso olio di tamanu di cui ho avuto modo di parlare più di una volta qui sul blog non sia poi così eccezionale.
Non ho ancora provato il mix tamanu + mosqueta dal quale mi aspetto un effetto strabiliante… Illusorio?
Per il momento non posso dare un voto.

Gel di aloe vera

Questo gel di aloe vera è stato una delusione immensa… devo ammetterlo! Si tratta di un prodotto gelificato esclusivamente con xantana e si sa che questo addensante lascia addosso una fastidiosa pellicola appiccosa, ma nessun gel fatto da me mi ha mai dato una sensazione così esageratamente appiccicosa, nonostante nei miei geli abbia spesso usato xantana ad una percentuale superiore all’1%.
Bocciato! Non lo ricomprerò mai più!
Ovviamente la soluzione più economica e più sicura è quello di farsi un gel in casa a partire dalla polvere di aloe liofilizzata, oppure a partire dal succo.

Polvere di katam

Sto già usando da un po’ il katam, ma insieme alla henna rossa, una henna che ho acquistato in Algeria. Il limite di questo mix di polveri colorate è che, usato nelle dosi consigliate, la henna prevale notevolemente sul katam e alla fine il colore rosso non si stempera nemmeno un po’, specie sui capelli bianchi o sul biondo. I capelli neri o castani invece non avrebbero nemmeno bisogno del mix: raramente la henna dà un effetto soddisfacente sul capello scuro, solo nel caso in cui si abbiano fili di capelli bianchi si riesce a vedere un minimo riflesso rossiccio.
Così ho ricomprato il katam con l’intenzione di sperimentarlo da solo, senza henna, magari con l’aggiunta di qualche altro scurente, perchè pare che senza henna il katam non colori proprio.
Sto cercando di inventarmi qualcosa, se ci sono idee fatemi sapere, si accettano proposte nei commenti : ).

Estratto di centella asiatica

La centella mi mancava. E’ una polvere multifunzione, che serve sia per la cellulite che per i capillari e anche nelle preparazioni tipo contorno occhi. Le desideravo da tempo, ma – come sempre – meditavo sul fatto che  avrei dovuto comunque farne prima degli estratti e poi inserirlo in una preparazione e – pigra come sono – mi scocciavo troppo.
Come previsto infatti non sono stata molto tempestiva e l’idroglicerinato di centella asiatica deve ancora essere filtrato. A breve la ricetta e le modalità di utilizzo.

 

Estratto di tepezcohuite

Pare che questo tepez abbia proprietà cicatrizzanti miracolose. Ho letto storie incredibili su questo ingrediente e non vedo l’ora di verificare con le mie mani e con i miei occhi tutto quello che si racconta.
Per quanto mi riguarda, ovviamente, “non vedo l’ora” significa che nel frattempo ci stiamo organizzando… I miei tempi da tartaruga sono proverbiali, come sempre.

Glicerina vegetale


Ingrediente fondamentale che non può mancare MAI nel “cassetto degli attrezzi della spignattatrice bio”. La glicerina serve sia come umettante nelle creme e in altre preparazioni, sia per realizzare macerati glicerici e idroglicerici. Beh.. in realtà potrebbe benissimo servire anche per realizzare un preparato davvero efficace per fare le bolle di sapone con i più piccoli: aggiungine un po’ nell’acqua saponata e poi fammi sapere ; )

 

 Conservante Cosgard

Vuoi la sincera verità? Davvero la vera verità???
Odio questo conservante! Ecco!
Perchè lo compro? Perchè un conservante mi serve e tra quelli di Aroma-Zone mi sembra l’unico che mi garantisce una certa sicurezza di conservazione, nonostante il rischio allergizzante bello alto.
Secondo me NON è un buon prodotto. Lo giudico nella soglia della sufficienza, ma per il momento non sono ancora riuscita  a trovare un conservante davvero efficace che non sia allergizzante e che conservi sul serio. In sostanza anche se non uso parabeni non penso che le alternative… ehm… eco-bio o, per meglio dire, eco-certificate siano acqua fresca per la nostra pelle. Dal punto di vista della conservazione, il cosgard è comunque un conservante che conserva nei limiti dello spettro di azione noto. E quindi – almeno – il suo dovere lo fa.

Ossido di zinco

Altro ingrediente che nel cassetto non può mancare specie per le spignattatrici mamme. Ecco un elenco di ricette realizzate con l’ossido di zinco:

Pomata lenitiva all’ossido di zinco (classica)

Pomata cicatrizzante fai da te ossido di zinco e tamanu

Pasta di Hoffmann e pasta di Hoffmann light

Talco deodorante per i piedi (ricetta di Libe)

L’ossido di zinco si utilizza per le creme e le pomate per il cambio del pannolino dei neonati, per le pomate post-epilazione ed è inoltre ottimo nei deodoranti e come lenitivo per le punture delle zanzare.

Fragranza cosmetica Monoi

In realtà avrei voluto una fragranza al cocco, ma su AZ non c’era e quindi mi sono buttata sul Monoi che immaginavo dall’intenso profumo tropicale. E’ una fragranza che sentivo elogiare da anni, ma sinceramente sono rimasta anche qui abbastanza delusina: ha un buon odore, questo sì, ma si sente abbastanza poco, non ha quell’intensità che immaginavo, e se normalmente – specie nelle creme viso – non vado oltre le 6 gocce per i 100 g, con questa fragranza mi tocca più che raddoppiare… per questo non la sto usando per le creme viso se non accompagnata da altre fragranze.

 

Acido stearico

Ingrediente necessario per “burrificare” un olio o per conferire un certa consistenza alle creme. Non vedo l’ora di sperimentarlo!!! Ehm… prima che scada!

 

Sodio ialuronato

Altro pezzo forte immancabile nella lista dela spesa della spignattatrice.
Ci sono due tipi di sodio ialuronato, uno ad alto peso molecolare e un altro a basso peso molecolare, che era quello del sito polacco che avevo acquistato anni fa e che restituisce un gel molto acquoso che lavorerebbe negli strati più profondi della pelle.
Questo di AZ invece è un sodio ialuronato ad alto peso molecolare che trattiene acqua a livello del corneo, quindi lavora ad un livello più superficiale.
L’ideale sarebbe abbinarli tra loro, ma a me non capita quasi mai di fare due ordini affiancati in due siti diversi, quindi non so se sperimenterò mai l’accoppiata vincente. Qualcuna l’ha già provata, che mi dite?

Spero di non averti annoiato con il mio “elenco della spesa”.
Se questo genere di post ti interessa per favore fammelo sapere cliccando mi piace e lasciando una tua opinione nei commenti.

Se l’argomento ti interessa, leggi anche => AromaZone: guida all’acquisto sul nuovo sito

5 pensieri riguardo “Haul ordine AromaZone Dicembre 2014

  • 16 agosto 2015 in 16:20
    Permalink

    Certo che mi e' piaciuto questo post! Per noi spignattatrici in erba è importante avere il parere su certi prodotti e sapere anche come debbano essere usati. Sono incuriosita per esempio dall'acido stearico. Mi piacerebbe sapere bene come si usa e cosa "regala" ai nostri spignatti.

    Risposta
    • 4 settembre 2015 in 20:36
      Permalink

      Allora ci servirà un post dedicato!! Devo farmi un nodo al fazzoletto ; )

  • 19 agosto 2015 in 21:56
    Permalink

    ciao cara! io lo definirei uno dei post più utili che ho letto ultimamente, questo è un modo per confrontarci e leggere opinioni dettagliate anche fuori dal forum di lola. Se ti può essere utile, vai tranza per la scadenza dello stearico, queste cere solide sono eterne, durano almeno 5 anni.
    Ecchi

    Risposta
    • 4 settembre 2015 in 20:43
      Permalink

      Ciao ! beh… menomale lo spero bene, visto che non l'ho ancora aperto : )
      Grazie per la dritta!
      Sul confronto, penso che i blog siano indispensabili ed è per questo che nonostante le lunghe assenze da anni mi sforzo di scrivere almeno in parte le mie esperienze e i miei esperimenti. E spero vivamente che la blogosfera non muoia fagocitata dai social… rendiamola viva ; )
      a presto!

  • Pingback: [Video] AromaZone: guida all’acquisto sul nuovo sito – SonoBio… a modo mio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: