Come fare in casa piccole quantità di idrolato con una caffettiera

Quando, circa dieci mesi fa, postai questa foto nel gruppo di autoproduzione l’idea (che tra l’altro non è mia) ebbe un discreto successo. Fare un idrolato in casa è davvero una grande conquista, una cosa che ti fa sentire davvero “naturalista”, anche se poi ti ritrovi comunque con gli armadietti pieni di materie prime varie acquistate qua e là, tra cui anche gli idrolati. Però serve. E serve soprattutto a riportarci un po’ con i piedi per terra, perchè ci ricorda come abbiamo iniziato e quela meravigliosa idea di poterci curare e far belle sempre e solo con prodotti che siano fai da te dall’inizio alla fine.

Ma come si prepara un idrolato usando la caffettiera?

Infusi, tisane e decotti nei cosmetici: rischio ossidazione

In realtà per me l’esigenza di avere sempre idrolati a portata di mano è nata nel momento in cui mi sono resa conto del rischio ossidazione di tisane, infusi e decotti.

Non sentendomela più di inserire nei miei cosmetici tisane e decotti con il rischio di ritrovarmi con un prodotto non solo non più valido, ma addiruttura – a detta di alcuni – anche dannoso, ho preferito non rischiare e inventarmi nuove soluzioni.
Mi sono allora ricordata di una caffettiera un po’ grandina (da sei tazze) che tempo fa mi ero fatta regalare da mio marito, proprio allo scopo di modificarla per farne una specie di distillatore maccheronico e che giaceva dimenticata in una credenza.

 

Come normalmente si fa un idrolato

Un idrolato non è altro che il risultato di una distillazione. Normalmente viene ottenuto attraverso un alambicco in cui mettiamo l’acqua e un filtro con le erbe di cui ci interessa estrapolare i principi attivi. L’alambicco avrà un coperchio a chiusura ermetica ed un unico punto di fuga, normalmente un buchino che colleghiamo ad un tubicino, forzando in questo modo la direzione del vapore verso il tubicino.

Ad una certa altezza del tubicino ci sarà una pentola con acqua fredda che farà ricondensare il vapore in idrolato e sulla superficie dell’idrolato farà condensare gli oli essenziali che sono stati estratti dalle piante.

Cfr. Spiegazioni e immagini da Magica Natura

 

Come si può fare l’idrolato a partire da una caffettiera

Per realizzare un idrolato in casa servendosi di una normalissima caffettiera innanzitutto la caffettiera deve essere modificata, tagliando il cannello (o tutta a parte sottostante il filtro in modo da avere un vero e proprio cestello) per evitare che salga acqua e non vapore.

Il vapore passerà quindi attraverso il filtro in cui abbiamo precedentemente posizionato le nostre erbe e poi, se il beccuccio della caffettiera è ben chiuso, ricondensa nella parte superiore portandosi dietro (si spera) i principi attivi idrosolubili delle piante e divenendo quindi un idrolato.

 

Quali sono gli inconvenienti di questa soluzione casereccia

Ci sono ovviamente vari problemi in questa preparazione:

1. Il beccuccio deve essere ben chiuso;

2. Non riusciamo a capire in quale momento esatto tutta l’acqua ha finito di trasformarsi in vapore, quindi non ci rendiamo conto di quando dobbiamo spegnere;

3. Anche con il beccuccio ben chiuso la maggior parte dei principi attivi restano volatili e si disperdono comunque nell’aria passando dagli interstizi;

4. Al contrario di quello che si fa con un idrolato normale, qui occorre aggiungere conservante, altrimenti dopo nemmeno una settimana il preparato va a male.

 

Conclusioni

Spero che il post ti sia utile. E se pensi che possa essere utile anche ad altri non esitare a condividerlo e farlo conoscere sui tuoi social, ti basta un click qui sotto!
Se hai dubbi, perplessità o domande che vuoi sottopormi puoi compilare il modulo che trovi qui a destra e ti rispondo con un post.
Prima però dai uno sguardo alla guida cosmetica online, quello che stai cercando potrebbe essere lì : D

Un pensiero riguardo “Come fare in casa piccole quantità di idrolato con una caffettiera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: