Strumenti del mestiere: sbattitore elettrico o minipimer?

mousse

L’elenco delle diatribe in corso da tempi immemori nel mondo dello spignatto sono tante, per esempio:
– se sia meglio usare per le pulizie di casa e come ammorbidente in lavatrice acido citrico o aceto;
– se, come coemulsionante nelle creme, preferire il cetilico o il palmitato;
– se sia meglio emulsionare le creme con sbattitore elettrico o con minipimer.

Sebbene ami restare rigorosamente lontano dalle diatribe, su quest’ultima questione (che sia sbattitore o… minipimer) oggi voglio pronunciarmi, richiamando un’osservazione molto semplice, che però a me ha dato una certezza e sono sicura possa darla anche a te.

Premetto che non ho mai amato emulsionare le creme con il minipimer, perché preferisco evitare di preparare quantità di creme tali da poter riempire un contenitore fino al punto in cui – se ci immergessi dentro un minipimer – questo comincerebbe a fare un lavoro decente.

Quando ho dovuto spignattare quantità significative di crema, ho però avuto modo di valutare e la texture della crema fatta così mi ha sempre soddisfatta. Ovviamente fino a che non fai un esperimento mirato non riesci a renderti conto esattamente se il beneficio sia davvero dipendente dallo strumento e non sia piuttosto dipendente dalla combinazione di ingredienti che hai utilizzato in quel preparato specifico.

Fino a quando non mi sono ritrovata a preparare una mousse ed ho avuto l’illuminazione! Davvero!!! Preparavo la mousse e stavo facendo di tutto per montarla con un minipimer: niente! Con il minipimer la mia mousse di fragole non era una mousse, tutto qui! Ad un certo punto non ce l’ho fatta più, mi sono scocciata ed ho preso le fruste ed ecco che fnalmente la mia mousse prende vita! Nonostante avessi frullato a manetta fino a tre secondi prima con il minipimer ecco che finalmente – con lo sbattitore elettrico – la mia mousse alla fragola si montava che era un amore!

In più la mousse è rimasta tale anche il giorno dopo e quello ancora. Poi è finita e quindi non so. Comunque sia normalmente quando si fa una crema cosmetica non è la consistenza di una mousse ciò che abbiamo in mente, ma un’emulsione quanto più possibile liscia, non spumosa, senza bolle interne che non se ne vanno, stabile e ferma e che si ferma ulteriormente nell’arco di due o tre giorni massimo. Ecco, non è il caso della mousse!

E il fatto di essere un’imbran… ehm… un po’ distratta in cucina mi ha permesso di riflettere su uno dei profondissimi misteri dello spignatto, uno di quelli che creano partiti, fazioni e a volte perfino guerre!

E invece carissime, restiamo calme, scopriamo ogni giorno un piccolo grande mistero della chimica con gli occhi dei ragazzini e volemose bene e che siano minipimer, fruste, frullini, sbattitori elettrici, montalatte o.. ehm.. trapanini modificati poco importa, l’importante è – essenzialmente – divertirci, condividere ciò che sappiamo che sia poco o tanto e continuare ad impare sperando di migliorare sempre di più…

Imetec Dolcevita HB2 Frullatore a Immersione

Ti piace il mio blog? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: