Olio Elasticizzante Bionova Mamma – Quello che le biobeautybloggers non dicono

biovera-olio-mamma

L’Olio Elasticizzante Bionova Mamma, sebbene non altrettanto potente, è  una valida alternativa al prodotto fai da te che appena pochi giorni fa abbiamo visto insieme: l’olio antismagliature fatto in casa.

Mentre scrivevo il post, pensavo ad un’alterantiva valida ed economica che avrei potuto dare a chi non spignatta e a chi non ha in casa tutti gli oli che sarebbero stati necessari per farsi in casa un prodotto del genere.

Così ho spulciato sul mio bioshop preferito, che sponsorizzo molto volentieri, e con una piccola ricerca ho trovato varie souzioni, tra cui un olio elasticizzante per mamme in gravidanza niente male.

Ho controllato l’Inci, trovandolo ovviamente buono (tutti i prodotti in vendita su Primobio sono infatti già stati controllati in entrata dalla fondatrice dell’eshop, Debby di BioMakeup).

Però… c’è un però.

Olio Elasticizzante Bionova Mamma, di cosa si tratta

Si tratta di un olio corpo emolliente elasticizzante – ideale per le mamme, ma ottimo anche per le ragazze di tutte le età e contiene olio di mandorle dolci, olio di argan, olio di macadamia, estratto di calendula e tocopheryl acetate veicolati da olio di girasole e olio di riso e viene venduto  al costo irrisorio di 6,49 euro per i 100 ml, una cifra ottima come rapporto prezzo/qualità.

Olio Elasticizzante Bionova Mamma, composizione

Ecco l’Inci:
helianthus annus seed oil*, prunus amygdalus dulcis oil, argania spinosa kernel oil*, macadamia ternifolia seed oil*, oryza sativa bran oil, calendula officinalis flower extract*, tocopheryl acetate, parfum°.

Adesso non aspettarti che ti metta i pallini rossi gialli e verdi, perché… no, ti prego! Tanto qui è tutto verde!

Olio elasticizzante Bionava Mamma –> vai alla scheda

Olio Elasticizzante Bionova Mamma, alcune riflessioni

Quello che però va notato è che, risultando l’olio di girasole al primo posto, potrebbe benissimo essere un olio un po’ vuotino, nel senso che la presenza degli altri oli funzionali potrebbe benissimo essere molto limitata, ma questo non lo sappiamo e non possiamo saperlo semplicemente analizzando un Inci.

Non bisogna scandalizzarsi di queste cose: le materie prime necessarie per ottenere un buon prodotto cosmetico hanno un certo costo, ma hanno un costo anche il packaging, la pubblicità, l’ideazione della strategia di branding position e tanti altri processi che concorrono all’immissione di un prodotto sul mercato.

Ciò che sappiamo di sicuro è che questo olio massaggio per il corpo NON contiene petrolati e nessun altro ingrediente di origine dubbia e che quel poco di altri oli funzionali che conterrà oltre l’olio di girasole, che ha già comunque proprietà emollienti ed è anche proveniente da agricoltura biologica, potranno espletare comunque il loro effetto benefico.

Se pensiamo infatti alla quantità di oli funzionali che normalmente inseriamo in una crema scopriamo che anche un 1% di olio di argan ha il suo status e la sua ragion d’essere all’interno di una formula!

Quello a cui non pensiamo invece è che, con appena 4 euro in più, è possibile acquistare 200 ml di olio di mandorle dolci (che già contiene anche antiossidante!) e miscelarli con il nostro olio di girasole che abbiamo a casa, ottenendo una quantità di prodotto notevolmente superiore, con una funzionalità decisamente superiore. E possiamo continuare ad usarlo per mesi e perfino regalarne un po’ alle amiche!

Ti ritroverai così a massaggiarti con un prodotto che ha un valore monetario di 10 volte tanto rispetto a ciò che hai speso e che avrai fatto in casa con uno sforzo veramente minimo.

Guardati un attimo il video che dura poco più di un minuto e vedi com’è semplice.

Conclusioni

Sono 6 anni che spignatto, da 6 anni aggiorno più o meno regolarmente questo blog (nonostante le pause d’obbligo) e quello che vorrei davvero trasmettere è un concetto molto semplice, che a volte sembra davvero pesante e che invece è leggerissimo e naturale come l’aria che respiriamo: ci sono un’infinità di prodotti lì fuori che possiamo autoprodurci in casa facilissimamente, senza impazzimenti e senza sprechi, spendendo 10 volte meno di quello che spendiamo acquistando il prodotto finito e conoscendo esattamente sia le sostanze che andiamo a mettere dentro che le quantità esatte di ciò che inseriamo…

Pian piano finiremo con il prenderci cura del nostro corpo, del nostro viso e dei nostri capelli, acquistando solo le poche (e che siano poche!!!) materie prime che ci servono per farci in casa i cosmetici che usiamo di più.

Se poi desideriamo qualcosa di molto elaborato, con attivi specifici e una certa quantità di sostanze funzionali miscelate tra loro, a quel punto forse converrà più procedere con l’acquisto del prodotto finito piuttosto che fare in casa, perché se rischiamo che anche acquistare materie prime diventi un tic compulsivo come quello dei cosmetici e della gara a chi prova e finisce più prodotti in un mese, allora meglio acquistare cosmetici pronti e buonanotte.

Intanto, sia che si tratti di materie prime che di prodotti finiti, ti lascio il link del sito da cui abbiamo preso tutti i prodotti analizzati e consigliati, ricordandoti che siamo in periodo di saldi e che… su PrimoBio puoi trovarre prodotti scontati addirittura fino al 50%!

Clicca qui per consultare le promozioni!

Per quanto riguarda le materie prime puoi consultare questo link –> materie prime su PrimoBio
Se invece vuoi acquistare prodotti finiti accuratamente selezionati, sicuri e certificati Bio ti basta entrare direttamente dalla home e farti un giro –> PrimoBio.

Se sei al tuo primo ordine (ma anche al milionesimo!) ti informo che su PrimoBio puoi trovare anche un ottimo conservante molto interessante, perfettamente solubile sia in acqua che in olio, mi riprometto di parlartene presto!

Ecco il link diretto –> Conservante Nobact

Nota
Per chi non se ne fosse ancora accorto, questo è un post sponsorizzato.
Nonostante tutto, come avrai sicuramente notato, non mi sono trattenuta nel dire la mia in tutta onestà, senza peli sulla lingua, come mio solito ; P

3 pensieri riguardo “Olio Elasticizzante Bionova Mamma – Quello che le biobeautybloggers non dicono

  • 9 gennaio 2017 in 12:40
    Permalink

    Grazie Khadi. I tuoi post sono sempre interessanti e utili. Mi piace molto questo tuo essere coerente e sincera, e sempre molto misurata. Grazie. Saluti affettuosi

    Risposta
    • 9 gennaio 2017 in 16:42
      Permalink

      Ma grazie a te! Ricevere dei feedback come il tuo mi riempie di gioia, perché è proprio la sincerità ciò che più mi interessa trasmettere. Ricambio i saluti : )

  • Pingback: Come preparare in casa un Olio Antismagliature efficace ~ SonoBio a Modo Mio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: