6 regole base per un utilizzo consapevole degli oli essenziali

Share

Gli oli essenziali non sono come tutti gli altri oli vegetali. Sono oli che vanno utilizzati con cautela perché pieni di principi attivi e spesso anche allergenici.

Ecco quindi le 6 regole base per un utilizzo consapevole degli oli essenziali.

Purtroppo sono molte le ragazze incaute che si arrischiano nell’utilizzo di oli essenziali puri o in dosi eccessive sulla pelle o sul cuoio capelluto e questo può essere molto pericoloso e portare danni di salute irreparabili.
Non mi piace essere allarmista, tutt’altro.

Invito le lettrici di questo blog alla sperimentazione spinta, ma con criterio e consapevolezza!
Prima di sperimantare una ricetta è bene informarsi online, cercare riscontri e testimonianze ed è buona norma provare la mistura realizzata in una piccola porzione di epidermide, per vedere se si provocano reazioni allergiche o sensibilizzazioni.

Per il momento ho individuato sei regolette base a cui attenersi per non varcare il limite sicurezza. Vediamo quali sono.

6 regole base per un utilizzo consapevole degli oli essenziali

1. Un olio essenziale si utilizza nella dose giusta.
Un sovradosaggio non aumenterà i suoi effetti benefici e potrebbe invece essere molto pericoloso, proprio come succede con le medicine.

2. Fare attenzione alle precauzioni d’uso.
Ci sono infatti oli essenziali che hanno un effetto sul sistema ormonale e sul sistema nervoso.
Alcuni oli possono essere addirittura abortivi come l’olio di timo, altri ancora possono essere epatotossici, fotosensibilizzanti (e cioè causare antiestetiche macchie durante l’esposizione solare) e  dermocaustici (causare cioè ustioni sulla pelle).

3. I componenti degli oli essenziali utilizzati per via esterna (sulla pelle) passano anche nella circolazione sanguigna e nel sistema linfatico. Quindi, quando ci spalmiamo con olii essensiali, è proprio come se li ingerissimo.

4. L’uso degli oli essenziali per occhi e mucose è da evitare.

5. Utilizzare gli oli essenziali può presentare inoltre rischi importanti per le donne incinte e in età adolescenziale, così come per persone affette da alcune particolari patologie (cancro, malattie ormonali etc.). In questi casi è quindi necessario consultare uno specialista prima dell’utilizzo.

6. Di fronte alla crescente richiesta è possibile che ci si imbatta in oli essenziali non puri o peggio di sintesi, occorre quindi essere vigilanti sulla qualità, richiedendo ragguagli sul nome botanico in latino nel caso in cui non sia espresso in sede di vendita.

Gli oli essenziali hanno tante proprietà benefiche, ma vanno usati con prudenza e cautela.
Spero che queste 6 regole base per un utilizzo consapevole degli oli essenziali possano esserti utili.
Leggi anche:
Acetolito profumato agli agrumi per pulizie e cosmesi

6 pensieri riguardo “6 regole base per un utilizzo consapevole degli oli essenziali

  • 16 luglio 2011 in 14:54
    Permalink

    Brava Sakinah, sono molto utili questi tuoi post su come usare consapevolmente le materie prime vegetali. Da conservare e consultare

    Risposta
  • 16 luglio 2011 in 16:14
    Permalink

    Studiando studiando prendiamo appunti 😉
    Sperando che siano utili un po' per tutti.
    a presto <3

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: