Estratto di centella asiatica in polvere per cosmetici fai da te

L’estratto di centella asiatica è un ingrediente davvero multitasking, uno di quelli che non possono mancare nell’armadietto della spignattatrice. Ci sono vari modi risparmiosi per farselo in casa. Vediamoli insieme.

Che cos’è la centella asiatica

La centella asiatica è una pianta curativa con fusto rampicante tipica dei luoghi umidi.

La parte della pianta che ci interessa per i trattamenti è quella aerea.

 

Estratto di centella asiatica – Proprietà

L’estratto di centella asiatica ha un buon potere cicatrizzante che aiuta a regolarizzare la texture della pelle e stimola la sintesi di collagene, ma ha anche proprietà antinfiammatorie e lenitive. In più rinforza il tono dei vasi capillari ed ha un effetto drenante che aiuta sia contro problemi venosi che contro la cellulite.

 

In quali preparati possiamo usare l’estratto di centella asiatica

L’estratto di centella si utilizza nei prodotti cosmetici contro cellulite e buccia d’arancia, sia per le sue proprietà drenanti che perla sua capacità di regolarizzare la texture della superficie della pelle.

L’estratto di centella si utilizza inoltre nei preparati contro capillari fragili, vene varicose, flebiti e gambe gonfie.

L’azione vasoprotettrice e drenante di questo estratto è utile anche nei gel e preparati per il contorno occhi, in quanto tutte le proprietà suddette possono avere validi effetti contro le occhiaie e, un minimo, anche contro le borse sotto gli occhi.

Leggi anche: 10 rimedi naturali facili per attenuare le borse sotto gli occhi

L’azione cicatrizzante può invece risultare utile sia come antiage e antismagliature che contro ulcere e ragadi.

 

Estratto di centella asiatica: vari modi per farselo in casa a partire dalla polvere

Per ricavare un estratto di centella asiatica ci sono vari metodi. Abbiamo illustrato i più importanti nel post:

Tuttavia quando bisogna estrarre i principi attivi dalle polveri ci sono alcune specificità.

 

Polvere di centella asiatica, dove acquistarla e come si presenta

Ho acquistato la polvere di centella asiatica da Aromazone, un sito francese di materie prime che offre una vastissima scelta di ingredienti base per cosmesi fai da te.

Se ti serve una guida su come cercare su Aromazone gli ingredienti che ti servono, la trovi in questo videotutorial:

[Video] AromaZone: guida all’acquisto sul nuovo sito

La polvere di Aromazone ha un colore verdognolo, è molto sottile, ma abbastanza difficile da filtrare. L’estratto che se ne ricava ha sempre un colore marrone molto intenso, che purtroppo scurisce i preparati. Ovviamente a concentrazioni minori di polvere corrisponde un colore leggermente più piacevole, ma anche una minore efficacia. Occorre quindi valutare volta per volta e decidere tra grado di efficacia e senso estetico : )

Normalmente, io scelgo il primo.

 

Oleolito di centella asiatica

Dalle indicazioni di Aromazone sappiamo che possiamo utilizzare la polverina di centella asiatica per realizzare oleoliti.

L’oleolito di centella asiatica però è nella mia lunghissima lista dei preparati da fare e non te ne parlerò fino a quando non ne avrò esperienza diretta.

Ho invece realizzato, a distanza di tempo, sia l’estratto idroglicerico che quello idroglicoglicerico. Vediamoli.

 

Estratto idroglicerico di centella asiatica in polvere

In un post precedente ho illustrato come realizzare un macerato idroglicerico a partire dalla pianta secca.

Se però partiamo dalla polvere il discorso è un po’ diverso perché non possiamo utilizzare le stesse proporzioni che sono 25 di droga, 50 di acqua e 50 di glicerina. O meglio, possiamo anche utilizzarle, ma nel momento del filtraggio rischiamo di perdere quella parte dell’estratto che rimarrà miscelata con la polvere.

Utilizzeremo quindi le seguenti proporzioni:

  • acqua minerale 89,4
  • glicerina 10
  • cosgard 0,6
  • centella 20

Il preparato così composto deve essere lasciato in macerazione per almeno 15 giorni in un luogo buio.

Agitalo almeno una volta ogni 3-4 giorni in modo che la polvere non resti sul fondo e i principi attivi si miscelino bene con acqua e glicerina.

Dopo 15 giorni filtra il preparato con una pezza di cotone. Normalmente per ottenere un risultato discreto sono necessari vari filtraggi.

 

Estratto idroglicoglicerico di centella asiatica in polvere

Per ottenere un estratto di centella asiatica ancora più concentrato io uso anche il propilene glycol che non è ecobio, ma a mio avviso, nelle minime percentuali necessarie per i nostri usi, non è nemmeno la morte.

  • Acqua 39,4
  • glicerina 30
  • propilene glycol 30
  • cosgard 0,6
  • centella 20

Anche in questo caso occorre lasciare il preparato in macerazione per una quindicina di giorni, agitarlo ogni 3-4 giorni e filtrarlo più di una volta alla fine di 15 giorni.

 

Altri estratti presenti sul blog

Se sei anche tu una patita degli estratti sappi che sul blog ne troverai parecchi. Eccone alcuni:

estratto glicoglicerinato di mirtillo
estratto glicoglicerinato di melograno
estratti idroglicerici a partire dalla pianta secca

 

Se il post ti è piaciuto ricordati di condividerlo! Te ne sarei molto grata!

4 pensieri riguardo “Estratto di centella asiatica in polvere per cosmetici fai da te

  • 9 dicembre 2017 in 18:55
    Permalink

    L’oleolito non ho provato a farlo neanche io (e a questo punto aspetto la ricetta). L’estratto glicerico lo metto un po’ dappertutto 🙂

    Risposta
  • 13 gennaio 2018 in 8:57
    Permalink

    La centella, come vasoprotettore, la uso principalmente nei prodotti per le gambe. Gli estratti vegetali sono sempre un ottimo supporto nel trattamento cosmetico.

    Risposta
    • 13 gennaio 2018 in 18:42
      Permalink

      infatti la comprai proprio con questa finalità, ma poi l’ho usata anche in creme e gel antismagliature e anticellulite (sperando che faccia qualcosa!!! …chissà!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: