Crema di nocciole al cioccolato fatta in casa senza latte

La crema di nocciole al cioccolato fatta in casa senza latte in famiglia è piaciuta davvero molto, anche se devo ancora trovare un modo per farne una vera crema, poichè dopo due tre giorni, almeno d’inverno, tende a solidificare troppo.

Condivido comunque la “mia” ricetta di crema di nocciole al cioccolato, tra l’altro scopiazzata da ‘una brava’, con qualche piccola variante. Vieni a vedere!

Nocciole a gogo!

Ogni anno in autunno la proprietaria della casa in cui vivo in affitto da 5 anni mi regala uno o più sacchetti di nocciole. Un suo parente ha gli alberi e lei che è una donna energica abituata alle raccolte all’aria aperta ogni anno va a raccogliere le meravigliose nocciole praticamente selvatiche che il suo parente trascura.


E così ogni anno, in autunno, mi ritrovo felicemente sommersa dalle nocciole.
Felicemente perché mi piacciono assai. Molto meno mi piace sgusciarle e sbucciarle, ma anche la sgusciatura delle nocciole diventa spesso un’attività ludica che coinvolge tutta la famiglia, una delle tante (troppe?) occasioni che abbiamo o che ci inventiamo per radunarci attorno ad un tavolo e chiacchierare per ore e ore.

Anche questa volta è durata ore, sì! Ma alla fine abbiamo avuto il nostro bel contenitore pieno pieno di nocciole sbucciate e non abbiamo ancora finito, eh!

E ora? Cosa fare con le nostre meravigliose nocciole quasi selvatiche sgusciate?

Una crema di nocciole, ovvio!

Anzi una crema di nocciole al cioccolato fatta in casa senza latte, così – ho pensato – anche se non ce la mangiamo tutta subito, possiamo conservarla fuori dal frigo anche più di un mese… Come no? Dopo meno di una settimana era già finita… Vabbè, si sapeva già!

 

Crema di nocciole al cioccolato fatta in casa senza latte – Ricetta

Per la ricetta mi sono ispirata a quella di Cioccolato & Liquirizia che trovi in questo link: Crema spalmabile nocciole e cioccolato.

Nella famiglia di Welda di Cioccolato & Liquirizia sono, come dice lei, “diversamente intolleranti” e così Welda ha pensato ad una crema senza lattosio, in cui non sono presenti né burro né latte.

Per ragioni di conservazione mi è sembrata una buona idea fare a meno del latte anche se non siamo intolleranti.

Inserendo una certa quota di latte la crema viene sì più morbida, ma dura molto meno e deve essere tenuta in frigorifero dove solidifica comunque troppo, perdendo la cremosità.

In realtà la curiosità di provare anche la versione con latte o con panna c’è sempre e non è detto che non la provi con il gruzzoletto (gruzzolone direi!) di nocciole rimaste.

Crema di nocciole al cioccolato fatta in casa senza latte – La mia variante

Ingredienti:

200 grammi di cioccolato fondente 60%

120 grammi di nocciole pelate

20 grammi cacao amaro

20 grammi olio evo (olio extravergine di oliva)

10 grammi di olio di argan

2 cucchiai di miele

 

Crema di nocciole al cioccolato fatta in casa senza latte – Preparazione

Eccomi alle prese con la fase “sgusciatura”. Questa fase me la sono sobbarcata da sola ed è stata davvero un’impresa titanica per una sfaticata come me, ma… niente, per mangiare cose buone sane e genuine qualche sforzo ogni tanto bisogna pur farlo e quindi, va bene, facciamolo, dai!

 

Come ho fatto con le nocciole?

Ho buttato una porzione di nocciole superiore a quella he mi sarebbe servita per la ricetta in acqua bollente, ho lasciato una decina di minuti e forse anche più affinché le pellicine venissero via quasi da sole (ehm.. utopia!!) e poi mi sono seduta pazientementa a sgusciare dalle 11 del mattino fino.. ehm… tipo alle 14 !
Poi dovevamo pranzare e… niente! Ho smesso!

A questo punto ho… pranzato, ovviamente e poi mi sono rimessa subito sotto a cercare di terminare la mia opera d’arte.

Tra l’altro quel pomeriggio è stato pure l’unico pomeriggio dell’anno in cui (finora) abbiamo visto la neve qui in Padanistan e l’atmosfera in casa era proprio da caldo focolare familiare in una baita di montagna immaginaria. Bello!

Ho tostato le nocciole pelate, insieme alle ultime rimaste non ancora pelate che non avevo più voglia né tempo di stare a sbucciare e poi ho tritato finissimamente con il mio amato tritatutto, a più riprese per non surriscaldarlo.

La preparazione vera e propria

A questo punto ho sciolto il cioccolato e versato nel tritatutto, iniziato a miscelare e poi unito olio di oliva e di argan, miele e cacao amaro continuando sempre a miscelare con il tritatutto.

In realtà, essendo il mio tritatutto abbastanza piccolo, ho diviso la crema di nocciole al cioccolato in due porzioni separate e poi le ho riunite insieme a fine preparazione.

Avrei voluto seguire le stesse proporzioni di Cioccolato & Liquirizia, ma mi sono subito resa conto che non ce l’avrei fatta e così ho abbassato subito la quota di polvere di nocciole, ottenendo un risultato discreto.

Vero che dopo due-tre giorni la crema di nocciole al cioccolato si era già solidificata (sfido! Con il freddo che fa di notte a casa mia, meglio il frigorifero, povera cremina!!), ma l’abbiamo finita comunque velocissimamente.

Mi sto spremendo le meningi per raggiungere una maggiore cremosità al prossimo tentativo. Ho già un po’ di idee, sia per la crema di nocciole al cioccolato a lunga conservazione che per quella da frigo.

–> Se vuoi che condivida altre varianti di crema spalmabile alle nocciole fammelo sapere nei commenti e, per favore, se hai suggerimenti da darmi, fatti sotto. Ti aspetto!

6 pensieri riguardo “Crema di nocciole al cioccolato fatta in casa senza latte

  • 6 gennaio 2018 in 12:33
    Permalink

    Ti è venuta meravigliosa, mi sembra di sentire il profumo di nocciole e l’aroma del cioccolato.
    Grazie per avermi definita quella “brava”, non so se lo merito!!!!
    Anche le foto ti sono venute un incanto, complimenti 🙂

    Risposta
    • 6 gennaio 2018 in 17:58
      Permalink

      Certo che lo meriti!!! Ovvissimo!! <3

    • 6 gennaio 2018 in 17:57
      Permalink

      Nooooo… oltre agli agrumi pure le nocciole??? Sì dai! Una cosa proprio alternativa possiamo pure inventarcela, perché no?

  • 6 gennaio 2018 in 17:58
    Permalink

    Ma che spettacolo! E che pazienza per pelare tutte le nocciole 😀
    Roby

    Risposta
    • 6 gennaio 2018 in 17:59
      Permalink

      Ci è voluto un po’ di tempo Roby, ma ne è valsa la pena : D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: