Sostituire i rimedi casalinghi alle cure mediche è possibile?

Sostituire i rimedi casalinghi alle cure mediche si può? Spuntano come funghi siti, blog e magazine in cui fantomatici esperti danno consigli “naturali” per la cura di qualsiasi malattia. Sembra che ormai anche la morte possa essere curata con le erbe, ma è davvero così?

SonoBio si occupa essenzialmente di rimedi naturali “cosmetici”. Raramente mi sono avventurata a parlare anche di soluzioni fitoterapiche per curare veri e propri disturbi e quando l’ho fatto è stato sempre con cognizione ci causa, dopo aver fatto ricerche approfondite e spesso si tratta di rimedi super-collaudati.

 

La reponsabilità di dare consigli “paramedici”

La fitoterapia è un campo che mi affascina parecchio ma, nonostante gli approfondimenti teorici e la sperimentazione ormai quasi decennale su di me e sulla mia famiglia (in casa usiamo medicine sono in casi veramente estremi), continuo a nutrire delle riserve sul fatto di erogare consigli online su come sostituire i rimedi casalinghi alle cure mediche.



Quando ne parlo con la mia dottoressa, a sua volta apertissima a questo tipo di rimedi e in costante aggiornamento attraverso corsi specialistici in cui le scienze alternative vengono sviscerate da un punto di vista assolutamente scientifico, ci troviamo perfettamente d’accordo su molti punti.

La nostra idea comune è quella di partire sempre con le cure naturali, almeno per quanto riguarda i malesseri minori, e passare alla medicina tradizionale solo nel caso in cui il malessere persista.

In più, da credente musulmana, non penso che rimedi casalinghi o medicine abbiano davvero il “potere” di guarire qualcuno, perché solo Chi ha creato noi e il nostro corpo può davvero “guarirci” in profondità. Non sono i rimedi a farlo né le medicine, anche se, come recita un noto detto islamico autentico, “Allah non ha creato nessuna malattia senza creare anche il suo rimedio”.

 

Quando è possibile sostituire i rimedi casalinghi alle cure mediche con una certa tranquillità

Esistono molti disturbi che, se non presi in considerazione e non curati sul nascere, diventano l’anticamera di un malanno più o meno grave o di una vera malattia.

Ecco alcuni esempi:

  1. Assumere qualche cucchiaino di miele al primo accenno di mal di gola può spesso scongiurare il rischio di un mal di gola più serio e di tosse;
  2. Assumere ingenti quantità di vitamina C sottoforma di spremute di arancio o mandarino può prevenire raffreddori e influenze;
  3. Bere una tisana di verga d’oro tre volte al giorno ai primi disturbi di cistite;
  4. Utilizzare l’aglio per regolarizzare la pressione, la liquirizia per alzarla e il carcadé per abbassarla…

Questi sono solo alcuni piccoli rimedi pratici e veloci che probabilmente conosci già e magari usi anche tu.



Beh, utilizzare questo tipo di rimedi al primo accenno di malessere aiuta a non arrivare allo stadio in cui recarsi dal dottore diventa necessario e diventa necessario anche assumere medicinali.

In famiglia usiamo molti di questi rimedi che risultano facili ed efficacissimi, se utilizzati subito, nel momento stesso in cui il disturbo compare per la prima volta.

Se il disturbo persiste e anzi progredisce, si va dal dottore, senza indugio. Ovvio.

 

Sostituire i rimedi casalinghi alle cure mediche nelle malattie più “serie”

Nonostante anni di ricerche, ogni volta che mi salta in mente di curare un malessere di un certo spessore con un rimedio casalingo, continuo a consultarmi con la mia dottoressa e, sinceramente, consiglio anche a te (e a chiunque) di fare altrettanto.

Fitoterapia e medicina tradizionale non sono due scienze diverse e in lotta tra loro, ma due rami della stessa scienza.

 

–> Se ti interessano i rimedi naturali casalinghi efficaci forse ti interessa scaricare il pdf gratuito dal web Guida ai più noti integratori fitoterapici.

4 pensieri riguardo “Sostituire i rimedi casalinghi alle cure mediche è possibile?

  • 3 gennaio 2018 in 14:36
    Permalink

    Anche io passo alle medicine solo se sto proprio male; invece il mio fidanzato si imbottisce immediatamente di pastiglie varie al primo accenno di mal di gola. Quest’anno per fortuna l’influenza mi ha colpito in forma lieve, e mi sono arrangiata con un po’ di miele, tisane allo zenzero e minestre calde!

    Risposta
    • 3 gennaio 2018 in 17:37
      Permalink

      Beh, in questo caso penso che l’approssimatività alla lunga premi ; )

  • 4 gennaio 2018 in 9:41
    Permalink

    Grazie e grazie per le tue sempre interessanti info che ci mandi! Da brava autodidatta sono decenni che tratto le erbe,ne faccio preparati e curo i miei figli e me con la fitoterapia. Evitiamo di usare farmaci ma quando è necessario non puoi farne a meno. Grazie ancora,khadi
    ….sei preziosa!!

    Risposta
    • 5 gennaio 2018 in 17:23
      Permalink

      Ma grazie a te!! Mi fa sempre molto piacere conoscere il parere di chi legge e avere un confronto! Grazie di cuore per il commento Carmen!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: